Fonte Immagine: 
NASA/JPL-Caltech
Un asteroide così grande non ci faceva visita dal 2004. Ma niente paura: la Nasa riferisce che non c’è alcuna possibilità di collisione con il nostro pianeta www.wired.it

 

(Foto: NASA/JPL-Caltech)

 

Mercoledì 19 aprile un enorme asteroide è passato vicino alla Terra, ma niente panico: manterrà una distanza di sicurezza. Vuol dire che il passaggio è stata abbastanza ravvicinato da permettere ai telescopi di tutto il pianeta di osservare il sasso senza alcun rischio. “Non c’è alcuna possibilità che l’asteroide entri in collisione con il nostro pianeta, ma l’approccio sarà comunque molto ravvicinatospiega la Nasa in un comunicato.

Scoperto nel 2014, l’asteroide è ufficialmente conosciuto come 2014 JO25, ma è stato soprannominato The Rock, per le sue dimensioni di circa 650 metri di diametro. Anche se è stato inizialmente etichettato come potenzialmente pericoloso, ci dovrebbe sfiorare a una distanza di sicurezza di 1,8 milioni di chilometri, ovvero a poco meno di cinque volte la distanza Terra-Luna.

Non abbiamo, quindi, nulla di cui preoccuparci: asteroidi più piccoli ci sfiorano a distanze simili più di una volta alla settimana. Va precisato comunque che questa è la prima volta dal 2004 che un asteroide del genere arriverà così vicino a noi: l’asteroide 4179 Toutatis, con un diametro di 5,4 chilometri, passò a una distanza quattro volte quella della Luna.

Il successivo incontro ravvicinato è previsto per il 2027, quando 1999 AN10 (800 metri) passerà a una distanza minore di quella Terra-Luna. Inoltre, il passaggio 2014 JO25 è eccezionale: l’ultima volta che ci era venuto a far visita risale a ben 400 anni fa, e non dovrebbe più riaccadere fin dopo il 2600.

La buona notizia per gli appassionati del cielo è che l’asteroide dovrebbe essere visibile anche con un piccolo telescopio, in quanto la sua superficie è due volte più riflettente di quella della Luna.

S

Fonte Articolo: 
www.wired.it ma da noi ripreso da www.blueplanetheart.
Tags: