Fig.1 - Anomalie nella settimana passata circa la SST (Sea Surface Temperature) nel Pacifico Tropicale
Fonte Immagine: 
NOAA
Interveniamo per correggere le sospette distorsioni da parte da parte di alcuni lettori circa l'interpretazione di un nostro articolo sul Niño del 6 aprile
In un articolo del 6 aprile ( Vedi Qui: )  commentavamo le più recenti proiezioni,  già espresse un mese fa, circa una presunta (non auspicabile!) influenza del Niño sulla nostra estate 2017: il Niño sta probabilmente anticipando la sua entrata in scena a livello emisferico nel corso del 2017. Questo significa che arriverà già nella prossima estate con gravi ripercussioni sulla temperature estive?  
La risposta è No !  
Abbiamo definito, un mese fa,  bassa la probabilità che El Niño faccia risentire la sua influenza sull'Italia già nel corso dell'estate.  E tale nostra (quasi) convinzione, sulla base di dati più "freschi" l'abbiamo ribadita sull'articolo più recente, quello appunto del 6 aprile ove abbiamo testualmente scritto."  poiché un ampio settore del Pacifico Tropicale rimane in condizioni neutre, non siamo ancora in vere e proprie condizioni di Niño, ma secondo tutte le principali proiezioni un nuovo episodio è oramai imminente, e potrebbe prendere forma tra la fine dell’estate e gli inizi dell’autunno".
Chiaro, no?
Quindi coloro che oggi affermano che noi, per colpa del Niño, prevediamo un "estate caldissima"  sono dei "denigratori " del nostro sito con ovvii scopi.
 Contro simili evidenti falsità saremo inflessibili, nei tempi e nei modi dettati dalla normativa dei social network
Ecco un classico esempio odierno di lettore  su FB che legge con... attenzione i ns. artiocli: "Fabio Sermoneta Non le pare un Po esagerato averci allarmato con un articolo da Lei scritto sul caldo molto intenso previsto per quest estate? La meteorologia è imprevedibile anche a pochi giorni? E infine non sarebbe interessante che qualcuno possa pubblicare una car..." 
Fonte Articolo: 
Col. Mario Giuliacci