Fonte Immagine: 
Francesco Rotondi, via Blue Planet Heart
Dopo il forte terremoto dei mesi scorsi

Dopo il sisma del 30 Ottobre scorso nella piana di Norcia si è verificato un fenomeno che mancava da 37 anni. Il torrente Torbidone è riaffiorato dopo 37 anni di totale magra ed e' passato negli ultimi giorni da 350 a oltre 1300 litri d’acqua al secondo di portata.

Questo fenomeno sta avendo ripercussioni sul bacino del fiume Sordo, dove in alcuni punti gli argini hanno ceduto creando allagamenti in zone rurali Gli allagamenti, oltre a interessare la zona della piana di Norcia dove scorre il torrente, che era scomparso in occasione del terremoto del 1979, sono stati riscontrati anche tra Norcia e Serravalle, nelle vicinanze dell’alveo del fiume Sordo dove si sono formati dei piccoli laghetti naturali.

A seguito del terremoto del 30 ottobre 2016, infatti, e' ritornata attiva la Sorgente del Torbidone. L’acqua ha iniziato a fuoriuscire poche ore dopo l’evento sismico, dapprima con una piccola portata che poi è andata gradualmente crescendo. Attualmente è di circa 300 litri/secondo. E’ stato necessario intervenire con mezzi pesanti per creare un alveo sufficiente ed impedire l’allagamento dei campi a Nord Ovest di Norcia Lo straordinario evento è la conseguenza dell’abbassamento di alcune decine di centimetri di una grande porzione dell’area del Pian Grande e zone limitrofe.

Blue Planet Heart

Fonte Articolo: 
Andrea Raggini