Una delle ondate di freddo e neve piu' importanti per Aprile

Aprile 2003, Puglia. Il video è davvero eloquente, sia per la regione, la Puglia, sia per il mese, Aprile.

Nel 2003, prima della lunghissima, caldissima e siccitosa estate (la piu' rovente), in Aprile tra il giorno 7 e l'8, una intensa ondata di freddo e neve colpi' la nostra Penisola. Se negli ultimi anni è raro vedere la neve anche in pieno inverno ( sud Adriatico escluso) questo evento fu rilevante e straordinario per il mese di Aprile.

Dalla sera del giorno 6, sul Nord-Est e il Medio Adriatico, presero a spirare intensi venti di Bora e Tramontana e la neve iniziò a cadere a quote molto basse o addirittura fino in pianura. Lunedì 07 Aprile 2003, l'Italia entrò nel clou dell'ondata di gelo e neve! Sulla Marmolada si toccarono i -26°, sullo Stelvio -20°, -14° a Passo Rolle, -10°C sul Cimone e sul Terminillo. Bufere di neve sull'Appennino centrale, specialmente sul Gran Sasso: il giorno 7 Campo Imperatore scese fino a -14° con raffiche di vento fino a 159 km/h.! Nella notte tra Domenica 06 Aprile e Lunedì 07 Aprile la neve cadde fino in pianura su parte del Nord-Est, sulla Romagna, le Marche e l'Abruzzo. Rovesci nevosi sparsi fino a quote bassissime avevano attraversato anche la Toscana e il Lazio, neve sull colline della Calabria e quasi 30 cm a Potenza! Neve sulle coste fino in Abruzzo, sulle prime colline in Puglia.

Una nuova passata nevosa colpi' poi est Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Marche, Abruzzo e Molise. Nele copiosa sulle coste del Molise, neve poi anche a Bari! Nella notte dell'8 Aprile furono poi raggiunti valori minimi da record. A Malpensa si registrarono -6°C, -8°C a Belluno, -7°C a Modena, -4°C a Catanzaro, -1°C a Roma e Napoli!

Fonte Articolo: 
Andrea Raggini