In pubblicazione il 19 LUG 2019

Caldo, i picchi del fine settimana

Nel weekend il caldo è destinato ad aumentare, con temperature piuttosto alte soprattutto domenica


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Nel fine settimana il caldo tornerà a farsi sentire in gran parte del Paese. Tra sabato e domenica infatti le temperature saliranno gradualmente, e dopo una settimana caratterizzata da clima estivo ma gradevole, si riporteranno su valori al di sopra della media stagionale. Caldo accompagnato anche da elevati tassi di umidità e quindi da afa, che renderà più fastidiosa la calura. Il caldo comincerà a presentarsi intenso soprattutto nella giornata domenica, con i picchi più alti in Emilia, Basso Veneto, zone interne di Toscana e Lazio, Umbria e, più giù, anche in Puglia e Basilicata: tutte regioni in cui sono previste punte anche di 34-35 gradi.


Tra le città più calde, nella giornata di domenica (quella caratterizzata da temperature più elevate), spiccheranno quindi Bologna, Firenze e Taranto, dove è possibile che la colonnina di mercurio dei termometri salga fino a segnare i 35 gradi. Il caldo poi è destinato ad aumentare ulteriormente nella prima parte della prossima settimana, quando in gran parte d'Italia le massime oscilleranno fra 32 e 36 gradi, con picchi fino a sfiorare i 40 gradi: quindi temperature elevate, i cui effetti saranno eccentuati dagli alti tassi di umidità, che renderanno il caldo particolarmente afoso. 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

18 AGO
Nei prossimi giorni caldo in aumento a causa dell'alta pressione dell'Anticiclone Nord Africano, che insisterà soprattutto al Centro e al Sud
17 AGO
L'alta pressione dell'Anticiclone Nord-Africano scatenerà una nuova ondata di caldo, comunque meno intensa della precedente
16 AGO
L'avanzata dell'alta pressione africana porterà in alto le temperature nell'isola, e poi nei giorni successivi anche in altre regioni
15 AGO
Il graduale ritorno dell’alta pressione renderà il tempo stabile, senza far salire eccessivamente le temperature
9 AGO
Rogo a Faenza, ventilazione variabile e la nube di fumo si sposta a Sud Est.
9 AGO
Le correnti dai quadranti nord occidentali sospingeranno la colonna di fumo nero verso sud, sud-est in direzione della costa romagnola
9 AGO
Visibile da decine di chilometri la colonna di fumo nero. Fiamme dall’una di questa notte
8 AGO
In alcune zone del Pianeta i temporali sono particolarmente numerosi e i fulmini cadono molto più numerosi che altrove