In pubblicazione il 8 LUG 2019

Martedì ancora molto caldo al Sud

Le temperature caleranno in molte zone del Centro e, soprattutto, del Nord, ma non al Sud, dove la rinfrescata arriverà solo a metà settimana


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

L'alta pressione sta cedendo, sotto i colpi delle correnti fresche e instabili provenienti dall'Atlantico. Tuttavia, la conquista della nostra Penisola sarà graduale, e l'aria fresca riuscirà a spingersi fino in fondo alla Penisola solo nella giornata di giovedì. Questo significa che ci attende un martedì caratterizzato ancora da caldo intenso al Sud e Isole, con le temperature più alte previste in Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna: in tutte queste regioni infatti sono probabili delle punte di 37-38 gradi.

Caldo più sopportabile nelle regioni centrali, dove le temperature si terranno più vicine ai valori medi stagionali, fatta eccezione per la Bassa Toscana, l'Umbria Occidentale e l'Alto Lazio: in queste zone infatti le temperature rimarranno elevate, con picchi fino a 35 gradi. Al Nord invece la giornata, complici i diffusi temporali, scorrerà relativamente fresca, con temperature massime quasi dappertutto al di sotto di 30 gradi e in generale inferiori alle medie del periodo.


Il "fresco" comunque, poco alla volta, si propagherà a tutta l'Italia: già mercoledì le temperature torneranno nella norma, se non addirittura leggermente al di sotto delle medie, nelle regioni centrali e in alcune zone del Sud, e poi giovedì ci sarà un brusco crollo termico anche nelle estreme regioni meridionali dove, in molte località, le temperature scenderanno anche di 7-8 gradi. La rinferscata attesa nei prossimi giorni preparerà il campo a un fine settimana, il prossimo, caratterizzato da caldo senza eccessi, in generale nella norma. 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

16 LUG
Fino a domenica avremo caldo nella norma con possibili temporali, poi di nuovo anticiclone subtropicale
16 LUG
parziale peggioramento del tempo al Nord nella giornata di giovedì, con nuvole e improvvisi temporali su molte regioni
16 LUG
Più intensa e più lunga di quanto avevamo previsto una settimana fa
16 LUG
Passata la perturbazione, l’Italia rimane esposta a correnti settentrionale che mantengono contenute le temperature
16 LUG
Lungo gli oltre 7000 chilometri delle nostre coste le caratteristiche climatiche fondamentali possono variare anche di molto
15 LUG
I primati mondiali di uno dei fenomeni atmosferici più imprevedibili e distruttivi
15 LUG
Emeregnza incendi in Sardegna, impegnate tantissime squadre