In pubblicazione il 5 AGO 2019

A metà settimana Italia divisa in due. Temporali a Milano, caldo intenso a Roma

Mentre il Nord sarà alle prese con il passaggio di una perturbazione atlantica, al Centrosud si faranno sentire di una bollente massa d’aria tropicale


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

La settimana inizia oggi, lunedì, con una giornata nel complesso gradevole: il tempo avrà infatti caratteristiche estive, ma senza eccessi, con un caldo quindi in generale nella norma. Le cose però cambieranno rapidamente nei prossimi giorni, quando l’alta pressione dell’Anticiclone Nord-Africano, accompagnata da roventi correnti sahariane, si spingerà nuovamente sulla nostra Penisola, mentre una perturbazione atlantica riuscirà a influenzare parzialmente le condizioni meteo al Nord.

Già domani (martedì) al Nord si svilupperà qualche temporale in più, con le piogge che, oltre a bagnare le zone alpine e prealpine, potrebbero sconfinare anche sulle pianure di Piemonte e Lombardia, mentre in gran parte di Centro, Sud e Isole aumenterà leggermente il caldo, con qualche picco fino a 36-37.


Poi tra mercoledì e giovedì le condizioni meteo divideranno in due il Paese. Al Nord si faranno sentire gli effetti di una perturbazione che, in movimento al di là delle Alpi, con la sua coda attraverserà anche le regioni settentrionali dove, tra la seconda parte di mercoledì e la mattina di giovedì, favorirà lo sviluppo di numerosi temporali, anche in pianura e lungo le coste: tuoni e lampi torneranno così a interessare anche Milano, Genova, Venezia e tante altre importanti città.

Nel resto d’Italia invece saranno giornate infuocate dall’alta pressione “africana”, con il sole che splenderà alto in cielo e caldo afoso in sensibile aumento. I picchi di temperatura più alti si registreranno in Toscana, Lazio, Umbria, Puglia, Sicilia e Sardegna: sono previste punte di 39-40 gradi, specie in Sicilia, ma anche a Roma la colonnina di mercurio dei termometri schizzerà in alto fino a segnare valori di 36-37 gradi. Un caldo che, a causa dell’afa, risulterà ancor più opprimente, con le temperature percepite che in alcune zone potrebbero anche oltrepassare i 40 gradi.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

23 GEN
Una perturbazione aggiungerà l'Italia e farà sentire in suoi effetti, in termini di piogge e nevicate, soprattutto nel fine settimana
21 GEN
L’aria “pulita” in natura non esiste né è mai esistita. La naturale composizione dell’aria
21 GEN
Gran parte del mese di Gennaio sembra scorrer via senza grossi sussulti sul vecchio continente
20 GEN
Secondo la statistica climatica l'evento ha discrete probabilità
22 GEN
La media è quasi di 10°C superiore
22 GEN
Danni pesantissimi a causa delle devastanti mareggiate, tanta neve in montagna
22 GEN
Dopo siccità ed incredibili incendi arrivano forti temporali
22 GEN
Il fumo alla fermata dell’autobus… e le scorregge? tratto da www.aduc.it