In pubblicazione il 22 SET 2019

Meteo settembre 2019. Clima atteso, secondo la statistica climatica  

Più perturbazioni Nord africane, più piogge, più caldo


Fonte Immagine: NOAA

 

Settembre, come del resto gli altri mesi dell’anno, ha subito profondi cambiamenti negli anni ‘2000.

E’ cambiata innanzitutto la circolazione atmosferica  sull’Europa e di conseguenza anche la temperatura e la piovosità.

Circolazione

L’immagine di copertina mostra la circolazione prevalente al livello in settembre dal  2000 al 2018 

Immagine di copertina: anomalia nella pressione media al livello del mare in Europa nel periodo 2000-20178 rispetto al periodo 1980-1999 (NOAA)

Sono evidenti 2 anomalie. In primo luogo una maggior presenza di una fascia di alte pressioni (in marrone) tra 45 e 65 gradi di latitudine, ovvero proprio nel corridoio lungo il quale dovrebbero scorrere le perturbazioni atlantiche le quali pertanto sono deviate in parte verso le Alte latitudini e in parte verso il Sud della Spagna e da qui poi sul Nord Africa.

La seconda anomalia è invece una fascia di pressioni sotto la media al livello del mare tra i 30 e i 40° di latitudine (in celeste) e che rappresenta la traccia lasciata dal passaggio dei cicloni che accompagnano le perturbazioni in arrivo dall’Atlantico e, soprattutto, quelle più intense che nascono sul Nord Africa e che poi risalgono verso i nostri mari meridionali poi spostarsi verso la Grecia  e da qui verso il Mar Nero.

Insomma negli anni ‘2000 è aumentata la frequenza delle perturbazioni Nord africane 

Ecco le ripercussioni di tali anomalie su temperatura e piovosità in Italia in settembre.

Temperature più elevate che nel passato ma non ovunque


I più frequenti cicloni in formazione sul Nord Africa a seguito di irruzioni di aria fredda atlantica dal Sud della Spagna, si spostano poi verso i nostri mari meridionali accompagnati da caldi venti di Scirocco. Ecco spiegato l’aumento di temperatura al Sud e regioni tirreniche, più facilmente raggiunti dai cicloni Nord Africani. Ma gli stessi cicloni richiamano aria più fresca dai Balcani sul Medio-Alto Adriatico e in Val Padana, ove pertanto le temperature sono calate seppure di poco. 

Immagine:anomalie di temperatura al livello del mare, sull’Italia, in settembre nel periodo 2000-2018 rispetto al periodo 1980-1999 (NOAA)

temp%20FyLHDSfuNO.png

Piovosità aumentata su tutta l’Italia

I venti da Sudest di Scirocco, essendo all’origine molto caldi, raccolgono molto umidità nel tragitto lungo il Tirreno e l’Adriatico. Ma tali venti, essendo in settembre più frequenti che nel passato, hanno determinato anche un aumento della piovosità su tutta l’Italia, specie su regioni centrali e ioniche, Emilia Romagna.  Minimo aumento sulle Alpi, perché più lontane dal raggio di azioni dei venti di Scirocco

Immagine: variazione della piovosità in settembre nel periodo 2000-2018 rispetto al periodo 1980-1999 (NOAA)

P%20aut%20u2soDa5kZ_.png

© Riproduzione vietata e concessa solo dietro espressa autorizzazione

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

15 OTT
Quali le regioni a più alto rischio di piogge forti
14 OTT
Allerta arancione della Protezione Civile in Liguria e in Lombardia
14 OTT
Analisi dell’influenza che avranno le cause che giocano a favore o contro 
11 OTT
talia raggiunta da 2 perturbazioni atlantiche ma solo una piovosa
16 OTT
300 mm di pioggia sul crinale fecero esondare i torrenti Parma e Baganza
16 OTT
Sarebbero circa sette i miliardi di dollari di danni in tutto il Giappone
16 OTT
Paura sull'Isola di Giava - VIDEO
15 OTT
Caduti in 24 ore 922,5 mm di pioggia, è record storico!