In pubblicazione il 10 SET 2019

Nel fine settimana torna il caldo, specie in Sicilia e Sardegna

L'alta pressione di matrice africana tornerà a spingersi sull'Italia, favorendo una situazione meteo più stabile e calda


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

La prima parte della settimana ha visto l'Italia esposta a correnti relativamente instabili, con rovesci e temporali che a tratti hanno bagnato diverse zone d'Italia. Nella giornata di mercoledì un po' di instabilità insisterà al Sud, con improvvisi scrosci di pioggia concentrati soprattutto in Puglia, Basilicata e Calabria. la situazione meteo però è destinata a cambiare nella seconda parte della settimana, quando l'estate tornerà ad alzare la testa: il ritorno dell'alta pressione dell'Anticiclone Nord-Africano infatti ci regalerà giornate più stabili, con anche un po' di caldo tipicamente estivo.

Tra giovedì e domenica quindi splenderà il sole in quasi tutta Italia, appena disturbato da un temporaneo aumento della nuvolosità nelle ore centrali del giorno sulle zone montuose. Il bel tempo sarà anche accompagnato da un graduale aumento delle temperature, che torneranno quasi dappertutto al di sopra delle medie stagionali, con valori che nel fine settimana saranno per lo più compresi fra 26 e 30 gradi. In alcune regioni, e in partcolare in Sicilia e Sardegna, è però probabile che si tocchino anche punte di 31-32 gradi: insomma, temperature sicuramente ideali per passare il sabato e la domenica in spiaggia.


Quanto durerà questo scampolo di caldo estivo? In base alle proiezioni odierne, agli inizi della prossima settimana la situazione meteo non dovrebbe mostrare grosse variazioni, con l'alta pressione "africana" sempre posizionata sulla nostra Penisola: quindi ancora giornate caratterizzate da tempo bello e stabile, con temperature al di sopra della norma e caldo dal sapore estivo soprattutto in Sardegna, dove le massime potrebbero spingersi ancora oltre i 30 gradi, specie nelle zone interne dell'isola.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

21 GEN
L’aria “pulita” in natura non esiste né è mai esistita. La naturale composizione dell’aria
21 GEN
Gran parte del mese di Gennaio sembra scorrer via senza grossi sussulti sul vecchio continente
20 GEN
Secondo la statistica climatica l'evento ha discrete probabilità
19 GEN
Sarà l’ondata sognata e lungamente attesa da freddofili e nivofili?
22 GEN
La media è quasi di 10°C superiore
22 GEN
Danni pesantissimi a causa delle devastanti mareggiate, tanta neve in montagna
22 GEN
Dopo siccità ed incredibili incendi arrivano forti temporali
22 GEN
Il fumo alla fermata dell’autobus… e le scorregge? tratto da www.aduc.it