In pubblicazione il 11 LUG 2019

Nel fine settimana tornano temporali e grandinate

Una nuova perturbazione farà sentire i suoi effetti soprattutto nella giornata di sabato


Fonte Immagine: Pixabay

 

La tregua del maltempo avrà durata breve, perchè si sta già avvicinando una nuova perturbazione che, scivolando lungo il bordo dell'alta pressione confinata nel settore più occidentale del Mediterraneo, nel fine settimana investirà parzialmente l'Italia, dove porterà numerosi temporali. In realtà già nella giornata di venerdì l'instabilità è destinata ad aumentare, con temporali pomeridiani che si svilupperanno su Alpi, Prealpi e zone interne del Centro, e non si possono escludere isoalti sconfinamenti sulle pianure di Lombardia e Veneto.

Poi sabato la nuova perturbazione poretrà nuvole e acquazzoni sparsi, accompagnati anche dal brontolio di numerosi temporali, su Venezie, Emilia, Romagna, regioni centrali adriatiche, Umbria e Puglia: piogge che, attenzione, potrebbero presentarsi localmente intense e accompagnate anche dalla grandine, specie in Romagna, Marche e Abruzzo. Nel resto d'Italia invece il fine settimana inizierà con una giornata decisamente più tranquilla, caratterizzata da prevalenti condizioni di tempo bello. 


Domenica infine la perturbazione porterà qualche strascico di maltempo al Sud, con residui scrosci di pioggia e temporali che, specie nella prima parte del giorno, bagneranno soprattutto Puglia, Basilicata e Calabria, mentre nel resto d'Italia il sole avrà la meglio sulle nuvole e in generale si potrà fare a meno dell'ombrello. In tutto ciò mancherà il caldo intenso, perchè le temperature faranno registrare valori leggermente al di sotto della norma in gran parte delle nostre regioni.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

16 LUG
Fino a domenica avremo caldo nella norma con possibili temporali, poi di nuovo anticiclone subtropicale
16 LUG
parziale peggioramento del tempo al Nord nella giornata di giovedì, con nuvole e improvvisi temporali su molte regioni
16 LUG
Più intensa e più lunga di quanto avevamo previsto una settimana fa
16 LUG
Passata la perturbazione, l’Italia rimane esposta a correnti settentrionale che mantengono contenute le temperature
16 LUG
Lungo gli oltre 7000 chilometri delle nostre coste le caratteristiche climatiche fondamentali possono variare anche di molto
15 LUG
I primati mondiali di uno dei fenomeni atmosferici più imprevedibili e distruttivi
15 LUG
Emeregnza incendi in Sardegna, impegnate tantissime squadre