In pubblicazione il 30 APR 2021

Sabato con rischio NUBIFRAGi in molte zone del NORD

La perturbazione che si sta avvicinando all’Italia è forse la più intensa di questa settimana e favorirà la formazione di numerosi rovesci e temporali


Fonte Immagine: Pixabay modificata

Domani, sabato, l’ombrello tornerà di nuovo utile in molte zone d’Italia, e in particolare al Nord, Toscana, Umbria, Lazio e nord della Sardegna: tutte zone che, specie nella seconda parte del giorno, verranno bagnate dalla pioggia, e rispetto a quanto accaduto con le ultime perturbazioni, si osserveranno anche numerosi acquazzoni e temporali. Il maltempo sarà causato da una nuova perturbazione che, appunto, piomberà sull'Italia nel corso della giornata di domani. 


I temporali e le piogge più intense coinvolgeranno soprattutto il Nord Italia, con il rischio che localmente ci siano anche grandinate, forti raffiche di vento, veri e propri nubifragi o trombe d’aria. Quali sono, in particolare, le aree in cui sono più probabili le piogge di forte intensità? Le regioni maggiormente esposte al rischio di grandinate e nubifragi sono le zone alpine, la Liguria e anche alcuni settori della Pianura Padana, come le pianure di Veneto e Lombardia. Insomma, tante zone in cui domani la pioggia, localmente, potrebbe colpire con violenza.


Le piogge bagneranno anche il giorno successivo, domenica, quando però si presenteranno meno diffuse e anche meno intense: si tratterà più che altro di isolati e brevi scrosci di pioggia che bagneranno qua e là soprattutto il Triveneto, la Lombardia e il Levante Ligure. Piogge che, come già accennato, rispetto al giorno precedente saranno in generale meno intense, con basso rischio di nubifragi. Poi agli inizi della prossima settimana è probabile una fase di tregua, con più sole e poche piogge.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

22 GIU
Anche in Emilia si faranno sentire gli effetti dell’alta pressione africana che ha stretto d’assedio l’Italia
21 GIU
Ulteriore ridimensionamento da parte dei modelli in data odierna (21 giugno)
21 GIU
La bollente alta pressione di matrice africana farà sentire i suoi effetti soprattutto all’estremo, con le temperature più alte in Sicilia
21 GIU
La Lombardia rimane ai margini dell’area occupata dall’alta pressione, esposta quindi alle infiltrazioni di correnti più fresche e instabili
21 GIU
Notte difficile su diverse regioni della Penisola
17 GIU
Sopra 29 gradi solo 30 località su 130
1 GIU
Auto trascinate via dalla furia dell'acqua, danni pesanti