In pubblicazione il 19 GIU 2019

Solstizio d'estate, venerdì 21 giugno. Ma con un paradosso

E’ giorno il più infuocato dai raggi solari ma non il giorno più caldo dell’anno

Solstizio di estate
Solstizio di estate
Fonte Immagine: Pinterest.com

 

Venerdì 21 giugno 2019 sarà il giorno più lungo dell'anno, chiamato il solstizio d'estate. e coincide con massimo spostamento  apparente della nostra stella  verso Nord e quindi anche verso le nostre latitudini. 

Questo significa allora che il 21 giugno è anche il giorno in cui è massima la quantità di calore che alle nostre latitudini cade (quasi perpendicolarmente a mezzogiorno) su un metro quadrato di superficie terrestre.

 

Ma allora perché  il 21 giugno non è anche il giorno più caldo dell'anno? 


A questo punto però nasce un paradosso:

se il 21 giugno è il giorno  in cui il  sole riscalda di più  la superficie terrestre, perché allora non è anche il giorno  più caldo dell'anno?

E perché invece i giorni più caldi  cadono di solito 5-6 settimane più tardi tra il 15-20 luglio e i 15-20 agosto? 

Ebbene il problema è analogo a quello della pentola piena d'acqua appoggiata sul fornello: perché nell'istante in cui mettete la fiamma al massimo, l'acqua non raggiunge subito la massima temperatura? La risposta è ovvia: l'acqua della pentola impiega un certo tempo per essere riscaldata fino alla massima temperatura di 100 gradi.  La stessa cosa avviene per il 21 giugno:  il calore solare è al massimo ma la terraferma impiega circa 5 e gli oceani circa 7 settimane per raggiungere la  temperatura massima. Ma siccome l'atmosfera si riscalda attraverso il calore ceduto dalla terraferma e dagli oceani allo strato d'aria sovrastante, allora le temperature dell'aria raggiungeranno il valore massimo nell'ultima decade di luglio per la terraferma e ai primi di agosto per le città costiere. 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

16 LUG
Fino a domenica avremo caldo nella norma con possibili temporali, poi di nuovo anticiclone subtropicale
16 LUG
parziale peggioramento del tempo al Nord nella giornata di giovedì, con nuvole e improvvisi temporali su molte regioni
16 LUG
Più intensa e più lunga di quanto avevamo previsto una settimana fa
16 LUG
Passata la perturbazione, l’Italia rimane esposta a correnti settentrionale che mantengono contenute le temperature
16 LUG
Lungo gli oltre 7000 chilometri delle nostre coste le caratteristiche climatiche fondamentali possono variare anche di molto
15 LUG
I primati mondiali di uno dei fenomeni atmosferici più imprevedibili e distruttivi
15 LUG
Emeregnza incendi in Sardegna, impegnate tantissime squadre