In pubblicazione il 16 GEN 2020

Venerdì sera arriva la pioggia, specie in Piemonte, Liguria e Lombardia

Primi effetti della parte più avanzata di una nuova perturbazione che poi nel weekend porterà pioggia e neve su molte altre zone d'Italia


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

E' stata una settimana decisamente asciutta, in cui la pioggi ha bagnato occasionalmente poche zone d'Italia, presentandosi il più delle volte sotto forma di pioviggine. La situazione però sta per cambiare, perchè si sta avvicinando una perturbazione atlantica che, nel corso del fine settimana, attraverserà rapidamente l'Italia, riportando la pioggia su molte regioni e la neve su Alpi e Appennino. In realtà le prime avvisaglie del deciso peggioramento le avvertiremo già nella sera di domani (venerdì), quando la parte più avanzata della perturbazione renderà utile l'ombrello in Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia e Toscana.

Piogge, quelle di venerdì sera, in generale deboli o al più moderate, ma piuttosto diffuse in Lombardia, Piemonte e Liguria, mentre in Valle d'Aosta e Toscana avranno carattere più isolato. La pioggia sarà anche accompagnata dalla neve, che tornerà a imbiancare le zone montuose di tutte queste regioni, ma solo a quote piuttosto alte, ovvero al di sopra di 900-1200 metri. Poi nel corso della notte la perturbazione estenderà il suo raggio d'azione e il peggioramento abbraccerà anche tante altre zone del Nord e del Centro, con la quota delle nevicate che si abbasserà leggermente, senza però che i fiocchi riescano a spingersi molto in basso.


Sabato le piogge insisteranno più che altro al Nordest e sulle regioni tirreniche: anche in questo caso piogge non intenso e in generale a carattere isolato, ma comunque estese a molte zone e capaci di favorire un miglioramento della qualità dell'aria in numerose città, compresa Roma. Sono attese, sempre sabato, anche nuove nevicate, che imbiancheranno più che altro le Alpi Orientali e l'Appennino Centrale e Settentrionale, sempre senza sconfinare fino a bassa quota. Anche le temperature, grazie alle correnti fredde che seguono al perturbazione, cominceranno a scendere, e in molte zone si avvertirà un aumento del freddo.

La perturbazione disegnerà qualche strascico di maltempo anche sulla giornata di domenica, quando dei piovaschi bagneranno qua e là Romagna, Marche, Abruzzo, Molise e regioni meridionali, con delle modeste nevicate sulle zone appenniniche. Domenica caratterizzata anche da freddo in aumento, con temperature in ulteriore diminuzione in molte aree del Paese, senza tuttavia rendere il freddo particolarmente aspro. Insomma, non una grande perturbazione, ma in ogni caso capace di fare aprire l'ombrello a molti italiani e, soprattutto, di spazzare via la gran parte delle sostanze inquinanti che, al momento, stanno asfissiando diverse importanti città



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

17 FEB
Nella Rete le notizie terroristiche attirano soprattutto i “creduloni”
Come è aumentato il caldo estivo nel mondo
16 FEB
Una previsione con elevata affidabilità.  Occhio al meteoterrorismo!
15 FEB
Nuova perturbazione in arrivo a inizio settimana, con effetti concentrati più che altro sulle regioni settentrionali
14 FEB
Tornerà l'alta pressione protagonista sul Mediterraneo. Clima molto mite
17 FEB
Come nascono i cicloni atlantici violenti- A cura di Roberto Nanni
16 FEB
Caratterizza la circolazione atmosferica a livello emisferico e spesso diventa protagonista delle vicende meteo invernali
13 FEB
Il giorno 10 Febbraio un aereo della British Airways ha raggiunto la velocità più alta mai registrata per un Boeing
13 FEB
Le temperature più basse mai registrate strumentalmente nel nostro Paese sono davvero da brividi