In pubblicazione il 5 FEB 2019

Acqua alta a Venezia: un mixing simultaneo di 3 eventi

Luna piena, forte Scirocco e bassa pressione


Fonte Immagine: Wikipedia

 

In prossimità delle coste le alte maree scatenate dal vento si combinano spesso con quelle legate all’attrazione lunare e al passaggio di perturbazioni.  

In particolare ecco le 3 condizioni necessarie perché si verifichi l’acqua alta a Venezia.

 

  • Un vento di 20-30 nodi proveniente dal mare e che soffi per più di 12-24 ore, riesce ad ammassare sotto costa enormi volumi d’acqua, innalzando di qualche metro il livello delle acque costiere. L’acqua alta è frequente con venti forti e dotati di un elevato Fetch (la distanza percorsa dal vento sul mare senza incontrare ostacoli), come sulle coste tosco-laziali con il Libeccio e sulle coste dell’Alto Adriatico con lo Scirocco. 
  • Ma il fenomeno richiede anche un forte calo della pressione atmosferica sull’Alto Adriatico. Infatti, quando la pressione scende – come capita quando si avvicina una bassa pressione o con la luna piena/nuova - cala il peso della colonna d’aria che grava sul mare e, così come in una molla sulla quale venga meno la compressione, il mare tende bruscamente a sollevarsi.  
  • Ultima conditio sine qua non -  la principale per ordine di importanza– la presenza della luna piena sulla verticale del luogo. 

Il fenomeno dell’acqua alta a Venezia è appunto l’effetto di un’infelice congiuntura tra un’alta marea al plenilunio e forti venti sciroccali richiamati da una depressione in passaggio sull’Alto Adriatico.Qui di seguito la statistiche delle maree anno per anno dal 1870 ad oggi.

La distribuzione delle maree decennio per decennio


E infine la distribuzione mensile e stagionale

Da notare il forte incremneto nella frequenza del fenomeno negli anni '2000

Grafici a cura del Centro Previsioni e segnalazione delle maree del comune di Venezia



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

25 APR
Allerta gialla della Protezione Civile in sei regioni. Nuova perturbazione in arrivo
24 APR
Italia divisa in due con perturbazioni atlantiche al Nord e anticiclone e temperature oltre la media al Sud
24 APR
Aria piu' fresca, ecco dove il calo piu' marcato
26 APR
Puglia, Calabria e Sicilia le regioni piu' calde
26 APR
Qualche giorno dopo i venti spirarono proprio verso l'Italia...
25 APR
Il ciclone tropicale Kenneth si è rapidamente intensificato ad un equivalente uragano di Categoria 4
24 APR
Camminavano a bordo fiume e si sono perse le loro tracce