In pubblicazione il 29 MAR 2019

Perché la notte è buia

Perché non c’è il sole? Falso! I sole avrebbe potuto essere condizione sufficiente ma non necessaria


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 


Newton, immaginò un cosmo infinito e quindi con un  numero di stelle  infinito. La teoria portò al Paradosso di Olbers.  

Il Paradosso di Olbers

E’ noto che luce cala con il quadrato della distanza dalla sorgente ovvero se la distanza raddoppia, la luminosità  di una stella si riduce di quattro volte

Se lo spazio fosse infinito (stelle in numero infinito) e omogeneo ( densità di stelle costante) allora il loro numero crescerà con il volume di spazio sferico considerato  ovvero con la terza potenza della distanza (volume di una sfera  di raggio r : V= 4./3 π x raggio al cubo   )


Insomma se raddoppia la distanza,  il numero di stelle, cresce di otto volte. 

Mettiamo ora insieme le 2 leggi: con la distanza  la luce delle stelle cala secondo una certa legge però il loro numero cresce ancor di più con un’altra legge cosicché  la loro  luminosità globale dovrebbe crescere proporzionalmente alla distanza. In un universo  infinito anche la luminosità deve pure essere infinita e di conseguenza di notte il cielo dovrebbe luminoso. Questo il paradosso. 

Dove è l’errore?

 Innazitutto l’universo non èinfinito e quindi contiene un numero limitato di stelle. Per di più l’universo non è  mmobile. Nel 1929 Hubble scopre che le galassie dell’universo si allontanano con velocità proporzionale alla distanza, fino ad un limite oltre il quale si allontanano alla velocità della luce, e non possiamo quindi vederle. Insomma  in un universo finito ed in espansione  il numero di stelle non è infinito bensì diminuisce con la distanza di più dell’affievolimento della  luce.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci
Tags: 

ULTIMI ARTICOLI

Solstizio di estate
19 GIU
E’ giorno il più infuocato dai raggi solari ma non il giorno più caldo dell’anno
19 GIU
Sull'Europa centrale la prossima settimana potrebbero toccarsi i +40°C!
Satellite meteo mercoledì 19 al mattino
19 GIU
Fresca perturbazione atlantica in imminente  arrivo
Temperature massime il  27 giugno
18 GIU
Valori diffusi 36-38 gradi e qualche isolata punta di 40 gradi
19 GIU
Un fiume di fango ha travolto molte abitazioni
19 GIU
Veloce peggioramento possibile sabato al Centro Nord
19 GIU
Guardate in pochi minuti cosa succede