In pubblicazione il 17 SET 2021

CAMBIAMENTI CLIMATICI: troppo RAPIDI, animali e piante SOFFRONO!

Uno studio evidenzia questa gravissima situazione


Fonte Immagine: ilsussidiario

CAMBIAMENTI CLIMATICI

Le specie viventi, animali e vegetali, sono state plasmate nel corso di millenni dall'ambiente circostante, e in particolare dalle condizioni climatiche: è il processo dell'evoluzione, che generazione dopo generazione seleziona gli organismi più adatti a sopravvivere. Ecco allora che, man mano che l'ambiente si modifica, vengono selezionate quelel caratteristiche che permettono all'organismo di adattarsi meglio. Ma cosa succede se l'ambiente cambia troppo velocemente? STRESS DA RIENTRO: uffa, sono FINITE le VACANZE!


ritorna l'ANTICICLONE AFRICANO! Caldo sì, anche se...


Cambiamento climatico troppo veloce, evoluzione in ritardo

Secondo i risultati di una recente ricerca (“Rates of projected climate change dramatically exceed past rates of climate niche evolution among vertebrate species”) molte specie di vertebrati, per adattarsi al rapido cambiamento climatico che caratterizza il Global Warming, dovrebbero aumentare di circa 10000 volte la velocità con cui si evolvono! Per giungere a questi sconvolgenti risultati i ricercatori hanno analizzato i dati genetici di numerose specie al fine di determinare quando queste si sono differenziate: hanno così ottenuto una stima approssimativa del ritmo a cui ciascuna specie si evolve. ZANZARE: proliferazione col METEO di questi giorni. Ecco come LIBERARSENE

Ci si abbronza VESTITI. SI o NO? La risposta vi LASCERA' SORPRESI

Clima futuro e rischio estinzione

Gli autori della ricerca, John Wiens dell’Università dell’Arizona e Ignacio Quintero della Yale University, hanno studiato 17 gruppi animali, comprendenti ben 540 specie fra anfibi, uccelli, rettili e mammiferi, e sono così giunti alla conclusione che molte di queste specie impieghino circa un milione di anni per adattarsi a variazioni di temperatura ci circa un grado. Tuttavia, le principali proiezioni climatiche indicano un aumento delle temperature medie planetarie di almeno 2 gradi entro la fine del secolo: ciò significa che, se non dovessero riuscire a migrare verso luoghi più freschi, molte specie probabilmente non riusciranno a evitare l’estinzione. Novembre 2021 sarà influenzato dalla Niña? Ecco le IMPORTANTI CONSEGUENZE

Vacanze in MONTAGNA. A chi fa bene il clima d'alta quota?

Fa più morti IL CALDO O IL FREDDO? La risposta è INCREDIBILE



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

29 SET
Ottobre potrebbe portare importanti novità
28 SET
Diverse fasi piovose e una di alta pressione in arrivo sul nostro Paese
28 SET
Il mese di ottobre vedrà l’Italia contesa fra le calde correnti tropicali e le incursioni di aria fredda di origine polare
27 SET
Un evento probabile per la presenza della Niña​​​​​​​
25 SET
Per la prima volta nella stria un vero e proprio uragano investe direttamente le coste di questo paese
17 SET
Temperature crollate soprattutto al Centronord
3 SET
La probabile traiettoria nei prossimi giorni