In pubblicazione il 7 NOV 2021

CLIMA, un futuro con più BUFERE, ma meno NEVE

E’ una delle incredibili conseguenze del surriscaldamento del Pianeta, con l’estremizzazione di tutti i fenomeni atmosferici


Fonte Immagine: NOAA

Il futuro? Ci porterà meno neve, ma anche un maggio numero di intense bufere di neve! No, non è un errore di battitura, ma più semplicemente una delle paradossali conseguenze del Global Warming evidenziata da alcuni studi pubblicati negli ultimi anni e confermati nel recente rapporto del IPCC. Ma cosa dobbiamo attenderci esattamente per il prossimo futuro?. 


Meno neve, ma arriverà più violenta

Di recente il Global Snow Lab della Rutgers University ha dimostrato come dagli anni ’70 a oggi la copertura nevosa nell’Emisfero Nord si sia ridotta di circa un milione e mezzo di chilometri quadrati. E di più, uno studio pubblicato qualche anno fa sulla rivista scientifica Journal of Climateutilizzando le simulazioni condotte al computer con alcuni modelli climatici, suggerisce che entro i prossimi 50 anni la quantità di neve totale annua a livello planetario potrebbe ridursi di quasi mezzo metro. Un altro studio condotto da scienziati appartenenti a diverse università americane tuttavia dimostra come, nel medesimo periodo, e quindi in una fase di rapido riscaldamento del clima, sia più che raddoppiato il numero di violente bufere di neve che ha colpito gli Stati Uniti. Insomma, gli studi, tutti autorevoli e ben documentati, sembrano quasi condurre a conclusioni opposte. Appunto, sembrano…


Nessuna contraddizione, è l’estremizzazione del clima

Per gli scienziati infatti non vi è alcuna contraddizione, e anzi l’idea che il futuro ci possa regalare annate nel complesso meno nevose ma con un maggior numero di intense bufere è coerente con un Pianeta sempre più caldo. In un Mondo più caldo, del resto, è inevitabile una diminuzione della neve che cade (in parte sostituita dalla pioggia) e un accorciamento della stagione delle nevicate , ma in compenso nelle occasioni in cui fa sufficientemente freddo le perturbazioni in arrivo in quanto lpiù “calde” sono in grado di portare maggiori quantità di umidità(l’aria calda contiene più vapore dell’aria fredda) e di produrre quindi nevicate più intense.

 

LEGGETE GLI ARTICOLI DEL NOSTRO TEAM DI ESPERTI METEOROLOGI!

Italia divisa in due tra l'anticiclone ed il ciclone Mediterraneo

La Niña è più intensa del previsto, ecco FREDDO e NEVE previsti nei prossimi mesi!

I modelli fisico-matematici sbagliano? No, sbaglia chi non li utilizza correttamente!!!

"Fa troppo freddo per nevicare": è davvero così? la risposta vi stupirà !!

METEO ESTREMO: gli uragani possono letteralmente DEVASTARE l'ecoomia di un intero paese!

L'incredibile legame tra FULMINI e GLOBAL WARMING

CAMBIAMENTI CLIMATICI: in atto la SESTA ESTINZIONE DI MASSA! ed è TUTTA COLPA NOSTRA!



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

26 GEN
Continua la fase di tempo asciutto, mentre le proiezioni a lungo termine dei modelli indicano il possibile ritorno della pioggia
25 GEN
L'alta pressione continua a farla da padrona in Emilia-Romagna mantenendo lontane le più importanti precipitazioni
25 GEN
Nevicate al Centrosud più significative delle recenti. Ecco perché
25 GEN
Nuovi impulsi di aria gelida di origine artica porteranno una fase di maltempo invernale su molte regioni
22 GEN
Eventi straordinari e imprevedibili, talvolta anche spaventosi: sono i record del tempo .
19 DIC
Quante volte nel passato
18 DIC
Da dove deriva questo noto detto