In pubblicazione il 21 NOV 2020

Declino ttività solare: mai così rapido negli ultimi 9300 anni

Potrebbe arrivare una nuova era glaciale?


Fonte Immagine: SIDC

Non sarebbe la prima volta che nelle vicende della terra il clima manifesti bruschi e imprevisti cambiamenti nel volgere di appena qualche decennio. Simili "flip-flop" nel corso degli ultimi 8500 anni sono avvenuti almeno una dozzina di volte.


D'altra parte non possiamo ignorare che l'atmosfera terrestre  negli ultima 150 anni abbia subito un surriscaldamento di 0.8 °C, il più rapido in assoluto almeno degli ultimi 3000 anni. Tale surriscaldamento è un evento reale perché testimoniato dalle misure quotidiane di 10.000 stazioni di terra, 8000 boe oceaniche e, recentemente, anche dai satelliti.


Ovvii e reali anche gli effetti a cascata di tale surriscaldamento (o, in gergo, "Global Warming" o GW):

la fusione dei ghiacci polari e montani, l'innalzamento de livello dei mari, l'aumento in intensità e frequenza delle ondate di caldo estivo, l'aumento di tutti quegli eventi meteo estremi che hanno come "carburante" il calore solare: uragani, tornado, trombe d'aria, temporali, nubifragi, alluvione, stravolgimento a livello planetario  della circolazione atmosferica e quindi anche della piovosità.

Ben diverso invece il discorso sulle cause del GW perché non vi è accordo tra gli scienziati in quale misura  ( 50%, 70, 100% ?) le attività umane ne siano responsabili

 

Chissà che il sole non ci possa dare un aiutino…!

L'attività solare è attualmente in forte declino da inizio secolo.

Il massimo numero di macchie solari del ciclo solare undecennale n.23  nel 2001 è stato seguito, tra il 2007 e il 2009, da un periodo di quasi 800 giorni senza macchie (ovvero senza attività solare), l'intervallo più lungo dal 1909 ad oggi;

il ciclo appena concluso, il n.24, ha avuto al suo massimo nel 2013, appena 75 macchie solari (normalmente 150-200), il valore più basso dal 1889 ad oggi ed anche esso è stato seguito tra i 2017 e i 2020 da più di 800 giorni senza macchie

N.giorni senza macchie

2020 total: 206 days (63%)
2019 total: 281 days (77%)
2018 total: 221 days (61%)
2017 total: 104 days (28%)
2016 total: 32 days (9%)
2015 total: 0 days (0%)
2014 total: 1 day (<1%)
2013 total: 0 days (0%)
2012 total: 0 days (0%)
2011 total: 2 days (<1%)
2010 total: 51 days (14%)
2009 total: 260 days (71%)
2008 total: 268 days (73%)
2007 total: 152 days (42%)
2006 total: 70 days (19%)
Updated 21 Nov 2020

 

Il declino di macchie solare negli ultimi decenni è il più rapido degli ultimi 9300 anni.

Uno studio del Metoffice inglese  dei qualche anno ano fa aveva stimato che, a seguito di queso declino dell’attività solare ancora in atto entro il 2050  via sia una probabilità  tra 8%  e il  15 - 20% che si verifichi una situazione di assenza o quasi di attività solare simile al "minimo di Maunder", quello stesso che tra il 1600 e il 1850 provocò  la "piccola era glaciale" (PEG) e che vide per un secolo l'assenza di macchie solari.

Ma ecco l'abstract dello studio:

Gli ultimi decenni sono stati caratterizzati da un periodo di relativamente elevata attività solare. Tuttavia, il  recente prolungato minimo solare e il conseguente attuale debole  ciclo solare, il n.24,  ha suggerimenti che il massimo solare grande potrebbe essere alla fine.  E' stata stimata una probabilità 8% di un ritorno a condizioni simili al " Maunder Minimum"  simili entro i prossimi 40 anni. Il calo dell'attività solare del ciclo n.24 appena concluso mostra di essere più veloce di qualsiasi altro tale declino negli ultimi 9300 anni.  Se questo recente tasso di riduzione viene aggiunta all'analisi, la stima di probabilità 8%  di un minimo Maunder va elevata  a valori tra il 15 e il 20%.

 

Un eventuale azzeramento delle macchie solari non porterebbe inverni freddi come nella PEG

La probabilità di un nuovo minimo Maunder  sono quindi modeste anche se non nulle. Ma ammesso e non concesso che tale azzeramento si verifichi,  potrebbe esservi una discesa dei ghiacci polari come nel piccola era glaciale.?

La risposta è NO per 3 motivi

  • Il  forte declino dell’attività solare in atto da quadi 20 anni, ha già impedito al Global Warming” di raggiungere valori circa +0.5°C  rispetto ai livelli ora raggiunti (+ 0.8°C)
  • durante la PEG non c’erano quel +0.8°C in di origine antropica .
  • Anche se si verificasse un azzeramento  delle macchie solari per qualche decennio, potremmo al più  beneficiare di  un ulteriore raffreddamento di circa +0.5°C,  sicuramente insufficiente quindi a bilanciare  l’ulteriore aumento del GW antropico atteso entro il 2040.


Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

26 NOV
Sarà neve al piano? Oppure in collina?
26 NOV
L'alta pressione che ci sta accompagnando in questi giorni retrocederà con il passare delle ore e favorirà l'ingresso di aria più instabile e umida.
25 NOV
Dapprima sulle Alpi, poi anche in Appennino