In pubblicazione il 31 MAG 2021

Il caldo diventerà il nostro peggior nemico

L’aumento delle temperature medie previsto dalla maggior parte delle proiezioni climatiche renderà il caldo un vero e proprio killer


Fonte Immagine: Pixabay modificata

Le intense ondate di caldo rappresentano una grande insidia per la salute e ogni anno mietono vittime n oltre 60 paesi del Mondo. Del resto in base ai risultati di un recente studio (“Global risk of deadly heat”) circa il 30% della popolazione mondiale è esposto per almeno 20 giorni l’anno a picchi di caldo potenzialmente letali, e il cambiamento climatico in atto sta rapidamente peggiorando la situazione. 


Un futuro con caldo sempre più intenso

Gli autori dello studio, pubblicato di recente sulla rivista scientifica Nature Climate Change, sono convinti che entro la fine del secolo almeno una persona su due nel nostro Pianeta dovrà fare i conti con ondate di caldo così intense da metterne a rischio la vita, ma se si dovessero realizzare gli scenari peggiori e le temperature medie planetarie dovessero salire anche oltre i 4 gradi, allora la percentuale della popolazione esposta al caldo killer potrebbe salire addirittura al 75%: insomma, per tre persone su quattro il caldo diventerebbe una vera e propria minaccia mortale! Del resto le proiezioni descritte nell'ultimo rapporto del IPCC, nel caso di assenza di politiche di mitigazione del cambiamento cliatico, vedono la possibilità che entro la fine del secolo le temperature medie a livello globale crescano addirittura di 4,8 gradi!


Caldo in aumento, rischi crescenti per la salute

L’eccezionale e prolungata ondatadi caldo che nel 2003 strinse d’assedio l’Europa Centro-Occidentale durante tutta la stagione estive ad esempio causò la morte prematura di oltre 50000 persone (secondo alcune stime sarebbero addirittura 70000), ma tragico è anche il bilancio dell’ondata di caldo che nel 2010 uccise oltre 10000 persone a Mosca e di quella che nel 1995 fece 700 vittime a Chicago. Di recente il caldo è stato insolitamente letale in India e Pakistan, zone che a giugno 2017 sono state investita un’eccezionale ondata di caldo durante la quale si sono toccati picchi record fino a 53,5 gradi: la calura estrema ha così causato dozzine di vittime anche in questi paesi solitamente abituati al caldo intenso. Del resto proprio in India, dove negli ultimi 50 anni le temperature medie sono cresciute di circa mezzo grado, negli ultimi anni le intense ondate di caldo hanno causato la morte di migliaia di persone.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

23 SET
Una nuova intensa perturbazione atlantica investirà le regioni settentrionali
22 SET
I modelli previsionali cercano di individuare la data del possibile arrivo della neve a quote relativamente basse
22 SET
La nostra nazione presenterà un aumento termico consistente e piogge alla fine del weekend.
23 SET
Corsa contro il tempo per salvare le banane, il 50% del PIL dell'isola
19 SET
Una serie di vortici registrati dagli esperti.
7 SET
La quasi totale assenza di precipitazioni da inizio Estate e una precedente carenza storica di piogge primaverili hanno causato una delle Estati più secche di sempre nella regione dell’Emilia-Romagna