In pubblicazione il 27 GIU 2021

Il CAMBIAMENTO CLIMATICO modificherà anche le ONDE del mare

I cambiamenti cui andrà incontro la circolazione atmosferica avrà ripercussioni importanti anche sul moto ondoso medio


Fonte Immagine: Videezy

Temperature più alte ci porteranno onde più alte. I risultati di una ricerca pubblicata di recente sulla rivista scientifica Nature Climate Change suggeriscono infatti che in futuro, a causa del Global Warming e delle anomalie che questo causerà nella circolazione atmosferica, le aree costiere di Australia, Indonesia e continente antartico verranno investite da venti più intensi e di conseguenza anche onde più imponenti rispetto a quanto non avvenga adesso. 


Quel vento intenso che gonfierà le onde

La ricerca è stata condotta utilizzando le proiezioni di cinque diversi modelli che simulano il clima del futuro, e dall'analisi di tali dati è emerso che nei prossimi decenni, a causa del probabile e inevitabile ulteriore aumento delle temperature medie planetarie, molto probabilmente nell'Emisfero Meridionale aumenterà anche l’intensità delle correnti occidentali, cioè i venti prevalenti alle medie latitudini. Secondo gli autori dello studio, provenienti da diversi prestigiosi istituti internazionali, l’intensificazione del flusso occidentale in molte zone dell’Emisfero Meridionale, e in particolare nelle aree oceaniche, darà origine a onde mediamente più alte e a mareggiate inevitabilmente più frequenti.


Onde più grandi, ma non dappertutto

Al contrario nell’EmisferoSettentrionale, sempre secondo quanto previsto dai modelli fisico-matematici che simulano il clima futuro, si potrebbero ottenere risultati opposti: l’aumento delle temperature medie infatti causerà molto probabilmente un’avanzata della fascia di alta pressione sub-tropicale verso più alte latitudini, e tutto ciò negli oceani si potrebbe riflettere in una riduzione dell’intensità media del vento e quindi, di conseguenza, anche dell’altezza media delle onde. 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

26 OTT
Molte piogge al Centronord poi una zampata fredda
26 OTT
Forti i cambiamenti negli ultimi 20 anni. L’influenza della Niña
25 OTT
SI conferma critico l'autunno per le nostre regioni, soprattutto quelle bagnate dai mari caldi
25 OTT
Rischio idro-geologico elevato per alcune zone del Sud a causa dell’intenso ciclone mediterraneo che insiste sul Meridione
20 OTT
Da questa mattina erutta il Vulcano del Monte Aso
11 OTT
In Italia 20 milioni di contagi e 30 mila morti
10 OTT
Le temperature massime osservate su 126 città