In pubblicazione il 4 MAR 2019

Inverno 2018-19. Molto caldo e poco piovoso

Ma non ha battuto alcun record

anomalie di pressione alla quota media di 5500m nell’Inverno 2018-19 rispetto agli inverni degli anni  ‘2000
anomalie di pressione alla quota media di 5500m nell’Inverno 2018-19 rispetto agli inverni degli anni  ‘2000
Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Circolazione

Un inverno caratterizzato dall0nistenza di un anticiclone, specie febbraio. esteso grosso modo dal Marocco fino a Inghilterra-Germania-Francia- Scandinavia

Le perturbazioni atlantiche, costrette ad aggirare pressione ad alte latitudini sono discese poi verso Sud fini ai Balcani  seguite da correnti fredde che hanno però interessato per lo più le regioni meridionali, e del Medio Adriatico, mentre l’alta  pressione è stata spesso presente suk resto del Centronord.

Immagine copertina: anomalie di pressione alla quota media di 5500m nell’Inverno 2018-19 rispetto agli inverni degli anni  ‘2000

Piovosità

La troppo frequente presenza dell’alta pressone ha comportato piogge al di sotto della media su Sardegna e quasi  tutto il Centronord. Piogge nella media o al di sopra della media al Sud, Abruzzo e Molise. Le regioni più siccitose quasi tutto il Nord Italia, Umbria, Toscana, Lazio e Sardegna.

Immagine:deficit idrico dell’inverno 2019 rispetto alla media degli inverni '2000 in mm/giorno 

 

Comunque  inverno 2018/2019 non è stato uno degli inverni più siccitosi.

Immagine: piovosità dell’inverno dal 1950 ad oggi


 

Temperatura

L’inverno 2018/19 è stato più caldo della media su tutto il Centronord 

Immagine: anomalia di piovosità nell’inverno 2018-19

 

Ma è stato appena il 12^ inverno più caldo dal 1950 ad oggi

Immagine: temperature medie invernali dal 1950 ad oggi

 

Il più mese invernale più caldo è stato febbraio che si colloca all’8^ posto tra i mesi di febbraio più caldi degli ultimi 30 anni

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

21 AGO
Allerta arancione della Protezione Civile oggi e domani in Lombardia e allerta gialla su Piemonte, Toscana e Abruzzo
18 AGO
Nei prossimi giorni caldo in aumento a causa dell'alta pressione dell'Anticiclone Nord Africano, che insisterà soprattutto al Centro e al Sud
17 AGO
L'alta pressione dell'Anticiclone Nord-Africano scatenerà una nuova ondata di caldo, comunque meno intensa della precedente
16 AGO
L'avanzata dell'alta pressione africana porterà in alto le temperature nell'isola, e poi nei giorni successivi anche in altre regioni
22 AGO
Ma succede ogni anno e sembrerebbe non esserci nessun record
20 AGO
Forti raffiche di vento, operazioni difficili
19 AGO
Clamoroso  insuccesso dei Climatologi
9 AGO
Rogo a Faenza, ventilazione variabile e la nube di fumo si sposta a Sud Est.