In pubblicazione il 20 APR 2022

Inverno 2021-22. Molto anomalo. Ecco perchè

Ma anomalie simili a quelle degli ultimi 5- 6 inverni


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Tutti gli inverni degli ultimi 5-6 anni sono stati caldi e siccitosi. Ma quest’anno la siccità, ancora in atto, ha raggiunto livelli record.


Alte pressioni super resistenti e fusione dei ghiacci polari

Il circolo polare è diventato più caldo di 8-10 gradi, a seguito della fusione dei ghiacci polari. Quindi si è ridotta la differenza di temperatura tra polo ed equatore e di conseguenza si è anche ridotta la differenza di pressione tra l'alta pressione equatoriale e la bassa pressione polare (vortice polare). Ma allora i venti occidentali a tutte le latitudini messi in movimento da tale differenza di pressione sono diventati più deboli. Ma tali venti più sono deboli e più tendono ad avere ampie oscillazioni nel verso dei meridiani, trasportando così Alte pressioni subtropicali (Azzorre, africano) fino al circolo polare. Me alte pressioni molte ampie dalla fascia subtropicale fino al circolo polare, sono anche molto stazionarie ossia tendono a restare nella stessa posizione per settimane. e/o mesi, impedendo l'arrivo delle piovose perturbazioni atlantiche e mantenendo temperature al di sopra della media a seguito delle serenità del cielo. E' quello che è avvenuto questo inverno quando vi è stato un persistente un anticiclone esteso dalla Spagna fino al circolo polare e fino al Centronord dell'Italia


Anomalie termiche nell’inverno 2021-22

L’inverno 2021-22 è stato molto più caldo della media al Nord, (+2°C), più caldo della media al Centrosud (+1°C).

Temp.jpg

 

Anomalie pluviometriche nell’inverno 2021-22

L’inverno è stato uno dei più piovosi di sempre al Nord e al Centro. Appena meno piovoso della media al Sud ed Isole.

SenPrec%20nome.jpg



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

29 SET
Ottobre potrebbe portare importanti novità
28 SET
Diverse fasi piovose e una di alta pressione in arrivo sul nostro Paese
28 SET
Il mese di ottobre vedrà l’Italia contesa fra le calde correnti tropicali e le incursioni di aria fredda di origine polare
27 SET
Un evento probabile per la presenza della Niña​​​​​​​
25 SET
Per la prima volta nella stria un vero e proprio uragano investe direttamente le coste di questo paese
17 SET
Temperature crollate soprattutto al Centronord
3 SET
La probabile traiettoria nei prossimi giorni