In pubblicazione il 27 GIU 2021

La storia del Mediterraneo raccontata dalle conchiglie

Le informazioni ottenute dalle conchiglie fossili recuperate sui fondali descrivono per il Mediterraneo un passato assai piovoso


Fonte Immagine: Pixbay

Tra i tanti metodi utilizzati per indagare il clima del passato vi è anche lo studio delle conchiglie fossili: dall’analisi delle sostanze contenute nei loro gusci infatti si possono ricavare preziose informazioni riguardanti le condizioni climatiche dell’epoca in cui sono vissute. Ebbene, proprio grazie a tale metodo d’indagine, di recente alcuni ricercatori provenienti dall’Università di York, con la collaborazione di ricercatori dell’Università di Pisa, hanno ricostruito il clima del Mediterraneo di alcuni millenni fa! 


Uno sguardo al clima di 9000 anni fa

Gli studiosi hanno raccolto grosse quantità di conchiglie fossili della specie Pomatias elegansda in numerose caverne sparse lungo le coste di Spagna e Italia, dopodiché hanno analizzato la presenza dei diversi isotopi dell’ossigeno e del carbonio contenuti nei gusci: la concentrazione con cui questi elementi si accumulano nei gusci infatti è strettamente legata alla temperatura e all’umidità dell’habitat in cui le conchiglie sono cresciute. Così gli studiosi hanno potuto ricostruire le condizioni meteorologiche tipiche nel Mediterraneo Occidentale tra 9000 e 2500 anni fa, ottenendo la fotografia di un clima molto differente da quello attuale


Un passato più fresco e piovoso

I risultati di questo recente studio (“Holocene snail shell isotopic record of millennial-scale hydrological conditions in western Mediterranean: data from Bauma del Serrat del Pont”), pubblicato sulla rivista scientifica Quaternary International, dipingono infatti per quel periodo un Mediterraneo Occidentale decisamente più piovoso e umido di quanto non sia oggigiorno, e molto probabilmente anche le temperature erano mediamente più basse. Ciò significa che anche nella nostra Penisola il clima doveva essere assai più umido e fresco, con piogge più abbondanti e insistenti. Solo successivamente il clima sarebbe diventato più caldo e asciutto, e di ciò tra l’altro avrebbe approfittato anche la civiltà romana, che si è sviluppata proprio nel periodo in cui l’ambiente nell’area mediterranea stava diventando più accogliente e favorevole alle attività umane. 

 

POTREBBERO INTERESSARVI ANCHE QUESTI NOSTRI ALTRI ARTICOLI

INCREDIBILE: a causa del CAMBIAMENTO CLIMATICO anche l'isola di ROBINSON CRUSOE rimarrà SENZA ACQUA

Il clima del FUTURO metterà in FUGA intere CITTA'

Il MEDITERRANEO avrà un futuro TERRIBILE fatto di CALDO e SICCITA'

In FUTURO raccolti a rischio e pericolo CARESTIA a causa del GLOBAL WARMING

Italia a RISCHIO DESERTIFICAZIONE: a causa del cambiamento climatico NON CI SARA' PIU' ACQUA

Ultimi dati TERRIBILI, il livello dei MARI sale a velocità INCREDIBILE

PAZZESCO, in futuro il cambiamento climatico farà SCOMPARIRE IL CAFFE'

CALDO KILLER! Nei prossimi anni diventerà il nostro peggior nemico

ATTENZIONE, il cambiamnto climatico mette in pericolo la FINANZA MONDIALE

INCREDIBILE SCOPERTA: gli straordinari effetti dei FULMINI sul clima mondiale

S.O.S. GHIACCIAI: in futuro potrebbero SCOMPARIRE DALLE ALPI

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

28 SET
Diverse fasi piovose e una di alta pressione in arrivo sul nostro Paese
28 SET
Il mese di ottobre vedrà l’Italia contesa fra le calde correnti tropicali e le incursioni di aria fredda di origine polare
27 SET
Un evento probabile per la presenza della Niña​​​​​​​
27 SET
Un'intensa perturbazione causerà l'ennesimo diffuso peggioramento del tempo, con il pericolo di fenomeni meteo estremi
25 SET
Per la prima volta nella stria un vero e proprio uragano investe direttamente le coste di questo paese
17 SET
Temperature crollate soprattutto al Centronord
3 SET
La probabile traiettoria nei prossimi giorni