In pubblicazione il 23 DIC 2020

La strana Niña di questo strambo 2020

Nel Pacifico è in atto un episodio di questa periodica anomalia, con modalità che però in questa occasione sono assai insolite


Fonte Immagine: NASA

In questa ultima parte di anno nel Pacifico è tornata a presentarsi la Niña, cioè il periodico raffreddamento delle acque della fascia tropicale di questo oceano. Durante questi episodi i settori centrale e orientale del Pacifico Tropicale diventano più freddi dle normale, mentre la Piscina Calda del pacifico, cioè l’area compresa tra Indonesia e Australia in cui si accumulano acque molto calde, tende a rimpicciolirsi e a rimanere confinata sull’estremo bordo occidentale dell’Oceano.


La Niña, grazie alle interazioni tra Oceano e Atmosfera, è in grado di influenzare il clima dell’intero Pianeta, anche se le ripercussioni più evidenti si osservano, chiaramente, nelle regioni che si affacciano sul Pacifico. La Niña di quest’anno però mostra una notevole stranezza. Solitamente infatti il raffreddamento del Pacifico Tropicale arriva subito un episodio di Niño, cioè il fenomeno speculare, caratterizzato dall’anomalo riscaldamento del Pacifico Tropicale. Quest’anno, invece, la Niña si è sviluppata in modo rapido e imprevisto, senza essere preceduta dal suo “gemello caldo”.


Come mai? Secondo gli studiosi del Jet Propulsion Laboratory, potrebbe essere la conseguenza di un’altra recente stranezza climatica, ovvero una fase negativa (fredda) della PDO (Pacific Decadal Oscillation) insolitamente lunga e insistente: in pratica, il settore del Pacifico Settentrionale che bagna le coste del Nord America sta attraversando da lungo tempo una fase piuttosto fredda, e ciò sarebbe in grado di favorire l’insorgere di episodi di Niña.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

12 APR
Una nuova perturbazione sta attraversando l'Italia e porterà sul nostro Paese diffuso maltempo e generale calo delle temperature
10 APR
La perturbazione che ha investito l’Italia porterà piogge diffuse, in alcune regioni anche piuttosto insistenti e abbondanti
10 APR
Forte maltempo da stasera a martedì, NON CI SONO PIU DUBBI
8 APR
Catastrofiche gelate che hanno decimato i raccolti. Avevamo già messo in conto una situazione potenzialmente pericolosa.
8 APR
I bruschi cambiamenti del clima previsti per i prossimi decenni potrebbero rendere particolarmente incerto e instabile il panorama economico globale
7 APR
Impressionante colonna di fumo, visibile da decine e decine di km.