In pubblicazione il 22 FEB 2021

Le nevicate in Marzo anche in pianura. Un eccezione? No, quasi la regola

Anche se “la neve marzolina dura dalla sera alla mattina”


Fonte Immagine: Pixabay

Come dimostra la statistica, gli eventi di freddo intenso e anche di neve in Marzo sono abbastanza frequenti. Ecco al riguardo gli eventi nevosi che hanno interessato l’Italia in Marzo negli anni ‘2000


Marzo 2005


Colpo di coda dell’Inverno proprio nella settimana in cui, dal punto di vista meteorologico, inizia la primavera. Infatti la settimana dal 28 febbraio al 6 marzo è stata  la “più invernale” dell’inverno 2004-2005. Il tutto per l’arrivo, il giorno  27, di un nucleo di aria siberiana. Il giorno 2 i gelidi venti siberiani hanno portato neve su Marche (Ancona) e nel Molise (Termoli) e  l’Abruzzo (Pescara). Nevicate fino alle coste sul centronord della Puglia (neve a Bari) e a quote basse, l’Appennino campano, quello lucano e la Sila. Ma dopo il freddo record,  il giorno 3 si è registrato l’altro evento notevole della settimana. Infatti al di sopra della coltre di aria siberiana che riscopriva l’Italia sono giunti i venti umidi e tiepidi di una perturbazione atlantica  giunta nel Mediterraneo occidentale  e sospinti sull’Italia da una depressine centrata nel sud della Francia. Questa è la situazione più classica per portare  neve anche in pianura sull’Italia. E infatti si sono verificate nevicate  in pianura e lungo i litorali a partire da Liguria e Piemonte nella prima parte del giorno,  in  estensione poi a Lombardia, Toscana, Emilia, Veneto, Trentino Alto Adige, Umbria, rilievi marchigiani, Friuli, Appennino centrale nel pomeriggio. Gli accumuli sono stati di 10-20 cm su gran parte della Val Padana e punte di 30 cm sulle Riviere liguri.

Marzo 2008

una parentesi invernale, dal 5 all’11 marzo, con neve  sull’Emilia  per un nucleo freddo dalla Groenlandia, creando poi un vortice sul Tirreno ove ha insistito per 4 giorni;  

Freddo: le temperature massime, tra il 2 e il 6 marzo sono scese di circa 12-13 gradi al Nord, 11-12 al Centro, 6-7 al Sud con sbalzi  di –21 °C a Bologna, -18 a Bolzano,-17 a Pescara,  -15 a Brescia, -14 a Bergamo e Piacenza,   -13 °C  Milano;

Marzo 2009

il giorno 5 marzo  nevicate abbondanti in tutto l’arco alpino, mediamente oltre 1000 metri, talvolta più in basso, fino a 500-600 metri; in mattinata su Val d’Aosta e anche in pianura sul Piemonte, fino a 700 metri sulle Alpi Carniche, anche nell’alto Varesotto fino ai 500 metri; nelle Dolomiti e sulle Alpi Carniche sopra i 1000-1200 metri sono caduti dai 50 ai 100 cm di neve in poco più di 24 ore, portando il rischio valanghe al massimo grado;

Marzo 2010

la nevicata del 9-11 marzo per la sua rilevanza è risulata la 6^  dall’inizio dell’inverno 2009-2010 ma è stata anche una nevicata record per marzo sia  per l’estensione dell’area interessata (tutto, ma proprio tutto,  il Nord Italia, neve anche su gran parte delle  regioni centrali  come Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo),   sia per la durata ( almeno al Nord ha nevicato ininterrottamente per 36 ore; 48 sul Piemonte), sia per gli accumuli (40- 50 cm su Emilia, i 50-60 centimetri a ridosso del versante settentrionale dell’Appennino (modena 52), anche a quote prossime al piano, accumuli inferiori,  Cuneese, Astigiano, Pavese, Lodigiano, Mantovano; 30-40 sulle zone interne di Lazio-Abruzzo (30 cm a l’Aquila) e Molise (Campobasso 60 cm); il giorno 11 nevicate fino a quote collinari sulle zone interne del Centro e al di sopra di 700-1000 metri sull’Appennino Meridionale. Nel primo pomeriggio è tornato a nevicare anche sull’Appennino Emiliano e nell’interno della Romagna, mentre sulla Riviera Romagnola è piovuto

9-11 marzo, città ove ha nevicato: Torino, Asti, Alessandria, Cuneo Milano,Pavia, Cremona, Mantova, Venezia, Verona, Piacenza, Parma, Modena, Reggio Emilia, Bologna, Ferrara, Forli, Cesena, San Marino,Genova, Firenze, Livorno, Pisa,  Prato, Pistoia,Siena, Arezzo, Livorno, Perugia, Viterbo, Pescara, Rieti, L'Aquila, Campobasso

Marzo 2013

Neve in pianura il 17/18 marzo sul Piemonte

Marzo 2016

3 marzo Romagna, Emilia, Campania

6 marzo Piemonte, Emilia

Marzo 2018

1-2 marzo Emilia, Romagna

19 marzo il Veneto

Marzo 2020

24 marzo nevicata debole sulla Puglia, persino a Bari



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

Temperature a 1500m ca nei prossimi 10 giorni
26 FEB
Modelli in parziale disaccordo
26 FEB
Prosegue il dominio incontrastato dell'anticiclone, anche se il suo parziale indebolimento, concederà in Emilia-Romagna un lieve calo delle temperature e un ritorno a valori più consoni del periodo
26 FEB
Le ultime proiezioni dei modelli previsionali indicano la probabile data del prossimo generalizzato peggioramento del tempo
25 FEB
Fa caldo per il periodo...troppo caldo! Le conseguenze
27 FEB
Recenti ricerche confermano che il cambiamento climatico potrebbe avere un notevole impatto negativo sui raccolti del futuro
27 FEB
Secondo la statistica climatica https://www.youtube.com/watch?v=IcOh1T7NR8I
24 FEB
Temperature insolitamente miti in un’ampia fetta del continente asiatico con veri e propri valori record in Cina, Mongolia e Giappone
23 FEB
Statistiche e curiosità riguardanti le nevicate che hanno imbiancato la Capitale nel corso degli ultimi 100 anni