In pubblicazione il 7 LUG 2021

METEO: i 50 gradi ANCHE IN EUROPA? In futuro SI

Tali valori saranno via via più probabili nei prossimi dieci anni.


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

L’aumento notevole della concentrazione di gas serra è un dato di fatto, con conseguenze meteo climatiche conclamate. Infatti, la CO2 è passata da una concentrazione di 325 ppm nel 1970 a 415 ppm nel 2020. Insomma, un aumento di 90 unità in 50 anni (+ 28%).  Anzi l’aumento è del 50% in più di quanto non fosse 150 anni fa (290 ppm) quando l'umanità iniziò a bruciare su larga scala i combustibili fossili durante la rivoluzione industriale.


Oltretutto, secondo il Canada’s Official Weather and Climate Source, si tratta della temperatura più alta mai registrata nella nazione a nord degli Stati Uniti, record tra l’altro superato di più di cinque gradi.


 

Un evento shock e inimmaginabile i 50°C in Canada

E le conseguenze si vedono ormai qua e là con eventi terrificanti quali appunto ondate di caldo di intensità fino a ieri ritenute impossibili. Vedere i 50°C in Canada, in prossimità di Vancouver, che ha una latitudine di 45 gradi (la stessa di Milano) ci lascia scioccati. Infatti, in tale città, in luglio le temperature massime dovrebbero essere intorno 22°C e il record termico era dell’8 agosto del 2018 con 29 gradi.

 

riscaldamento.jpg

Fig.1: La concentrazione di CO2 atmosferica, misurata a Mauna Loa, nelle Hawaii

 

Ondate di caldo simili diverranno “normali” nel futuro prossimo?

Ed è credibile che quanto sta avvenendo in Canada non resti un caso isolato, irripetibile per qualche decennio.

Si stima che l’aumento del 50% della Co2 rispetto all'era preindustriale abbia reso più probabili di 4 volte le ondate di caldo di lunga durata e/o di forte intensità.

Ma d’altra parte che il consumo di petrolio toccherà il "peak oil" tra 10-15 anni e quindi anche la concentrazione di gas serra è destinata ad aumentare ma non in modo "lineare" (sarebbe un aumento lineare se anno dopo anno aumentasse della stessa quantità x), un aumento che comunque di per sé sarebbe già preoccupante. Purtroppo, la curva dell'aumento è invece di tipo esponenziale. Questo significa che mentre negli ultimi 50 anni la concentrazione è aumentata di 95 unità, adesso basteranno appena 20 anni per aggiungere altre 95 unità di gas serra. Di conseguenza è ovvio che nei prossimi 20-30 anni anche la temperatura del pianeta aumenti ulteriormente tanto quanto aumentata negli ultimi 50 anni.

Ma se l'aumento di gas serra, e quindi di temperatura, avvenuto in 70 anni sta già provocando disastri di intensità inaudita come mai osservati negli ultimi 2000 anni, allora immaginiamo cosa potrebbe e capitare nei prossimi 20 anni: non c'è da stare allegri...

 

Vi consigliamo di visionare i nostri VIDEO, per rimanere sempre AGGIORNATI!

 

DATE UN'OCCHIATA A QUESTI NOSTRI APPROFONDIMENTI

Il CANADA brucia per il gran CALDO, è un RECORD dopo l’altro

FINE del CALDO: dal weekend temporali più diffusi. Elevato rischio GRANDINE

COVID. I DATI odierni: contagi sempre in calo ma OCCHIO alle VARIANTI

Caldo record ed incendi, alluvione lampo e freddo record!

VARIANTE DELTA: chi si è vaccinato si può INFETTARE? Facciamo chiarezza

CORONAVIRUS: la VARIANTE DELTA. Tutto ciò che c'è da SAPERE 

METEO: FINE del CALDO E arrivano TEMPORALI, ecco DOVE e QUANDO

METEO ESTREMO: caldo a 50°C (come in Canada) SEMPRE PIU' PROBABILE

Con ARIA PULITA si ottengono RACCOLTI più abbondanti

METEO ROMA, una settimana soleggiata, torna il caldo intenso

Lo zampino del clima nell'affondamento del Titanic

METEO: le previsioni per questa settimana

RISCALDAMENTO GLOBALE: torneremo alla PREISTORIA! Le grottesche CONSEGUENZE

PREVISIONI METEO sbagliate? NON è colpa loro. Ecco i MOTIVI



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

2 AGO
Tornano i temporali e torna la paura. Ecco dove forti!
2 AGO
Caldo da Sahara e ancora in vista molti giorni di sofferenza
1 AGO
Scopriamo insieme come si presenterà il clima nel corso della prima settimana del mese appena iniziato!
1 AGO
Fenomeni a macchia di leopardo su Alpi, Val Padana e Toscana; ancora anticiclone africano al Centro Sud, ma con temperature in caldo
1 AGO
Una situazione purtroppo sempre più comune (e preoccupante!)
28 LUG
Frequenti picchi di oltre +40°C sulla Puglia
26 LUG
Le temperature massime più elevate registrate al Sud
26 LUG
Weekend di terrore in provincia di Oristano