In pubblicazione il 24 SET 2019

Meteo inverno 2019-2020. Sarà senza il fenomeno del Nino e della Nina

Quali effetti sul clima del prossimo inverno

Probabilità di Nino o Nina nel prossimo inverno
Probabilità di Nino o Nina nel prossimo inverno
Fonte Immagine: IRI

Né Niño nè Niña per il prossimo inverno


Le proiezioni dei  numerosi modelli climatici mondiali  danno quasi tutti per scontato l’assenza di Nino nella prossima stagione invernale ( probabilità del 40%). Ricordiamo che il Niño è l’anomalo surriscaldamento, oltre + 0.5°C, delle acque del Pacifico tropicale tra le coste orientali dell’Australia e  quelle del Perù. 


Ma sarà assente anche la Niña ovvero un anormale raffreddamento, al sotto  di 0.5°C, delle  acque oceaniche appena citate. Nel passaggio dalla fase in di Niña a quella di Niño o viceversa ovviamente ci sarà una fase neutrale (né Niño né Niño) ovvero le anomalie delle acque superficiali saranno contenitore tra -0.5 e + 0.5°C. Ebbene questa  è la condizione più probabile per il prosimmo inverno  (prob.55%)

Figura di copertina la probabilità del Niño/Niña nel prosismo inverno (DJF)

Se, come sembra, non arriverà né il  Niño né la  Niña, l’assenza di entrambi (i cui effetti si avvertono a scala planetaria),  potrà avere ripercussioni sul clima  del nostro inverno?

Questo è il senso dell'articolo.

 

La Niña rende gli inverni più freddi, il Niño no.

Per rispondere siamo andati a verificare in  tutti gli inverni più freddi dal 1950 ad oggi, se fosse stato presente il Niño o la Niña o condizioni neutre.

Tabella : inverni freddi in Italia e Niño/ Niña dal 1950 a oggi.

Schermata%202019-09-24%20alle%2010_09_00.png

E’ evidente che in Italia gli inverni tendono ad essere più freddi in presenza di Niña, mentre sono ininfluenti le condizioni di Niño o neutre. 

 

Sugli inverni molto caldi ininfluenti sia Niño che Niña,

Abbiamo ripetuto il confronto adesso per gli inverni molto caldi dal 1980 ad oggi. I risultati in questa ultima tabella

Schermata%202019-09-24%20alle%2010_08_38.png

E’ evidente che gli inverni molto caldi non sembra che possano essere correlati né con il Niño né con la Niña.

Conclusione

Qualora l’inverno 2019/20 dovesse risultare molto caldo o molto freddo, non ci sarà zampino né del Niño nè  della Niña



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

13 AGO
Gli ultimi dettagli per la festa centrale dell'estate.
13 AGO
Ma sarà vero? Occhio alla comunicazione truccata!
12 AGO
Disaccordo tra i vari modelli ma anche all’interno degli stessi modelli
11 AGO
Solo al 10% circa delle città ha raggiunto 35-36 gradi
11 AGO
La pandemia ha causato un importante blocco delle principali attività a livello planetario, con conseguente evidente riduzione delle emissioni di gas serra
massime aklle ore 13.30 (in scuro) i valori oltre 33 gradi)
11 AGO
Dove potranno essere raggiunti i 35 gradi