In pubblicazione il 24 SET 2019

Meteo inverno 2019-2020. Sarà senza il fenomeno del Nino e della Nina

Quali effetti sul clima del prossimo inverno

Probabilità di Nino o Nina nel prossimo inverno
Probabilità di Nino o Nina nel prossimo inverno
Fonte Immagine: IRI

 

Né Niño nè Niña per il prossimo inverno

Le proiezioni dei  numerosi modelli climatici mondiali  danno quasi tutti per scontato l’assenza di Nino nella prossima stagione invernale ( probabilità del 40%). Ricordiamo che il Niño è l’anomalo surriscaldamento, oltre + 0.5°C, delle acque del Pacifico tropicale tra le coste orientali dell’Australia e  quelle del Perù. 

Ma sarà assente anche la Niña ovvero un anormale raffreddamento, al sotto  di 0.5°C, delle  acque oceaniche appena citate. Nel passaggio dalla fase in di Niña a quella di Niño o viceversa ovviamente ci sarà una fase neutrale (né Niño né Niño) ovvero le anomalie delle acque superficiali saranno contenitore tra -0.5 e + 0.5°C. Ebbene questa  è la condizione più probabile per il prosimmo inverno  (prob.55%)

Figura di copertina la probabilità del Niño/Niña nel prosismo inverno (DJF)

Se, come sembra, non arriverà né il  Niño né la  Niña, l’assenza di entrambi (i cui effetti si avvertono a scala planetaria),  potrà avere ripercussioni sul clima  del nostro inverno?

Questo è il senso dell'articolo.

 

La Niña rende gli inverni più freddi, il Niño no.

Per rispondere siamo andati a verificare in  tutti gli inverni più freddi dal 1950 ad oggi, se fosse stato presente il Niño o la Niña o condizioni neutre.

Tabella : inverni freddi in Italia e Niño/ Niña dal 1950 a oggi.


Schermata%202019-09-24%20alle%2010_09_00.png

E’ evidente che in Italia gli inverni tendono ad essere più freddi in presenza di Niña, mentre sono ininfluenti le condizioni di Niño o neutre. 

 

Sugli inverni molto caldi ininfluenti sia Niño che Niña,

Abbiamo ripetuto il confronto adesso per gli inverni molto caldi dal 1980 ad oggi. I risultati in questa ultima tabella

Schermata%202019-09-24%20alle%2010_08_38.png

E’ evidente che gli inverni molto caldi non sembra che possano essere correlati né con il Niño né con la Niña.

Conclusione

Qualora l’inverno 2019/20 dovesse risultare molto caldo o molto freddo, non ci sarà zampino né del Niño nè  della Niña



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

18 FEB
Palese errata interpretazione delle previsioni stagionali
18 FEB
Freddo e neve su quasi tutta Europa. E in Italia?
17 FEB
Una perturbazione proveniente dal Nord Atlantico investirà la nostra penisola
17 FEB
Un'altra perturbazione favorirà un nuovo peggioramento del tempo, con le piogge che questa volta si spingeranno anche al Centrosud
17 FEB
Ripreso per caso con lo smartphone, il sisma del marzo 2011 che colpì il Giappone. La causa del disastro nucleare di Fukushima
17 FEB
Come nascono i cicloni atlantici violenti- A cura di Roberto Nanni
16 FEB
Caratterizza la circolazione atmosferica a livello emisferico e spesso diventa protagonista delle vicende meteo invernali
13 FEB
Il giorno 10 Febbraio un aereo della British Airways ha raggiunto la velocità più alta mai registrata per un Boeing