In pubblicazione il 7 GEN 2021

Meteo inverno 2020-2021. Meglio rispetto agli ultimi anni?

La Niña potrebbe portare più freddo e più neve, condizioni quasi normali per la stagione


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Le proiezioni dei numerosi modelli climatici mondiali danno quasi tutti per scontato il l’assenza di Nino del nella prossima stagione invernale. Ricordiamo che il Niño è l’anomalo surriscaldamento, oltre + 0.5°C, delle acque del pacifico tropicale tra le coste orientali dell’Australia e quelle del Perù. Ma potrebbe essere presente la Niña (ad oggi prob. del 60% quindi ancora cautela) ovvero un anormale raffreddamento, al sotto di 0.5°C, delle acque oceaniche appena citate. Se, come sembra, non arriverà né il Niño né la Niña, l’assenza di entrambi i cui effetti si avvertono a scala planetaria, potrà avere ripercussioni sul clima del nostro inverno


Inverni più freddi con il Niño o con la La Niña

Per rispondere siamo andati a verificare in tutti gli inverni più freddi dal 1950 ad oggi, se fosse stato presente il Niño o la Niña o condizioni neutre. E’ evidente dalla tabella sotto che che in Italia gli inverni tendono ad essere più freddi in presenza di Niña, mentre sono ininfluenti le condizioni di Niño o neutre.


tab%201%20Schermata%202020-09-08%20alle%2019_19_38(2).jpg

Tabella: inverni freddi in Italia e Niño/ Niña dal 1950 a oggi

 

Inverni molto caldi con il Niño o con la Niña?

Abbiamo ripetuto il confronto adesso per gli inverni molto caldi dal 1980 ad oggi. I risultati in questa ultima tabella:

Schermata%202020-09-08%20alle%2021_05_41.jpg

Tabella: inverni caldi in Italia e Niño/ Niña dal 1950 a oggi

E’ evidente che gli inverni molto caldi non sembra che possano essere correlati né con il Niño né con la Niña.

CONCLUSIONE

Qualora l’inverno 2019/20 dovesse risultare molto caldo non è IPOTIZZABILE lo zampino né del Niño nè della Niña. Ma la presenza probabile della Niña potrebbe rendere l’inverno 2020-2021 un po’ più freddo di tutte le stagioni invernali dal 2015 al 2019.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

27 GEN
Il flebile campo di alta pressione è destinato a soccombere. Primi segnali di cambiamento già dal pomeriggio-sera di Giovedì 28 Gennaio
27 GEN
Nord Italia tra schiarite e fasi coperte, qualche perturbazione qua e là.
27 GEN
Si aprirà una fase caratterizzata da umido e mite flusso atlantico, con maltempo diffuso su gran parte del Paese
27 GEN
In data 26 Gennaio, è avvenuta una slavina di modesta entità sul Monte La Nuda (BO)
24 GEN
Discesa fredda, fiocchi fino in pianura
21 GEN
Le temperature medie planetarie continuano a salire e anche il 2020 ha stabilito numerosi record in diverse regioni del Mondo, compresa l'Europa