In pubblicazione il 15 NOV 2020

METEO mondo: anomalie IMPRESSIONANTI ai due Poli. Situazione grave

Fa troppo caldo alle altissime latitudini, con gravi conseguenze sul clima mondiale.


Fonte Immagine: freepik.com

Diamo uno sguardo alla situazione del meteo a livello mondiale: dall’immagine proposta sotto (cortesia di Climate Reanalyzer), si nota bene come non sia solo l’Italia a subire temperature miti, ma anomalie molto peggiori si vedono ai due Poli. A quello Nord il ghiaccio fatica enormemente a formarsi, con un grave deficit di manto bianco: una possibile conseguenza è che, per il momento e per un po’, non c’è gelo a livello europeo e men che meno potrà arrivare molto freddo nel nostro paese.


Al Polo Sud, invece, siamo in tarda primavera e già cominciano i primi valori (molto locali) sopra lo zero, talvolta anche a 10 gradi: l’anno passato si registrarono per la prima volta 20°C anche in quel continente, segno che il riscaldamento globale galoppa ovunque.


32amody.jpg

Ricordiamo una cosa importante: il Global Warming è un fenomeno su scale spazio-temporali planetarie e decennali e UN singolo giorno non ci dice nulla sull’andazzo termico mondiale. Il problema è che il RIPETERSI di anomalie calde (che sovrastano per numero e intensità quelle fredde) si rinnova quotidianamente e, pertanto, le temperature medie globali continuano a salire imperterrite.

 

VI CONSIGLIAMO QUESTI ARTICOLI!

METEO: dov’è il GELO? Lontano dall’Italia

METEO: svolta possibile nella PROSSIMA SETTIMANA?

COVID. Decessi 1 ottobre - 14 novembre. Apparente stasi

Le apocalissi annunciate e mai avvenute

Le ore del giorno nelle quali sono più probabili disturbi psico-fisici

Una Sonda presto ci dirà come è nato il sistema solare

 



Fonte Articolo: Dr. Davide Santini

ULTIMI ARTICOLI

8 MAR
La perturbazione che ha raggiunto la Penisola concentrerà i suoi effetti sulle regioni centrali e meridionali, mentre risparmierà il Nord Italia
7 MAR
Contesto di venti occidentali, ampie schiarite ma qualche addensamento sempre possibile.
7 MAR
La nuova perturbazione porterà le sue piogge sulle regioni centrali e meridionali, mentre il Nord rimarrà escluso dalla fase di maltempo
6 MAR
Un’altra perturbazione raggiungerà l’Italia e causerà un nuovo peggioramento del tempo su numerose regioni
7 MAR
I cambiamenti cui andrà incontro la circolazione atmosferica avrà ripercussioni importanti anche sul moto ondoso medio
3 MAR
Nuovi dati mostrano, su scala planetaria, un innalzamento del livello dei mari pari a quello descritto dagli scenari peggiori
2 MAR
Evacuazioni da parte delle autorità locali