In pubblicazione il 11 LUG 2019

Sempre più tornado, anche in Europa

Questi violenti fenomeni atmosferici stanno rapidamente diventando più numerosi in gran parte del nostro continente


Fonte Immagine: Pixabay

 

Nella giornata di ieri purtroppo un violento tornado ha causato 6 morti in Grecie. E stato davvero un evento tanto eccezionale e insolito? In realtà, i dati degli ultimi anni ci dicono che anche l’Europa sta diventando terra di tornado, che si formano oramai sempre più numerosi e intensi in molte aree del continente. Insomma, che l’Europa sia tutt’altro che al riparo da questi violentissimi fenomeni atmosferici, lo dimostra proprio il numero totale di tornado osservati in tutto il periodo compreso tra il 1950 e il 2015: ben 5.478 tornado, con una media di 83 all'anno e, soprattutto, un considerevole aumento registrato a partire dagli anni 2000. Non c’è dubbio che in parte l’incremento osservato sia dovuto a una migliore rete di osservazione nonché a una maggiore copertura da parte dei media e alla grande diffusione di mezzi di comunicazione quali telefoni cellulari e internet. Tuttavia è oramai certo che, al di là della maggior efficacia con cui vengono individuati e catalogati, in Europa i tornado siano effettivamente diventati più numerosi e distruttivi rispetto al passato. 

La stagione dei tornado, il periodo in cui cioè sono più frequenti, va da maggio ad agosto: in questo quadrimestre infatti si è formato circa il 66% dei tornado osservati, con un picco nel mese di luglio. La maggior parte (cioè il 74%) dei tornado registrati sul territorio europeo sono di intensità F0-F1 della Scala Fujita, la scala che misura la violenza di questi fenomeni atmosferici (dove 0 è il minimo e 5 il massimo d’intensità), mentre i tornado più intensi, di categoria F2 o superiore, sono mediamente 12 ogni anno.

TORNADO%20campi%20imbrunire.jpg


Quanti invece i tornado di categoria F4 o F5, cioè quelli più distruttivi in assoluto? Ebbene nell'arco dei 65 anni considerati se ne sono osservati solo 13, tra cui anche quello (di categoria F4) che nel Luglio del 2015 ha colpito con estrema violenza Mira e Dolo, in Veneto.

In ogni caso la maggior parte dei tornado si forma nelle aree centrali d’Europa, dove anche il clima ha caratteristiche più marcatamente continentali e, non a caso, simili a quelle che si possono riscontrare nelle grandi pianure americane. Nel nostro Paese invece tra 1950 e il 2015 i tornado osservati sono 348 e nel complesso hanno causato 753 feriti, 62 decessi e danni per oltre 300 milioni di euro. Il Paese europeo colpito dal più alto numero di tornado però è la Germania (1027 eventi), seguita da Russia (685), Regno Unito (437), Spagna (426) e Francia (396). L’Italia quindi è solo al sesto posto, ma nonostante ciò nel nostro Paese i danni sono stati maggiori che in ogni altra nazione, principalmente a causa dell’alta densità di popolazione e di aree urbane.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

16 LUG
Fino a domenica avremo caldo nella norma con possibili temporali, poi di nuovo anticiclone subtropicale
16 LUG
parziale peggioramento del tempo al Nord nella giornata di giovedì, con nuvole e improvvisi temporali su molte regioni
16 LUG
Più intensa e più lunga di quanto avevamo previsto una settimana fa
16 LUG
Passata la perturbazione, l’Italia rimane esposta a correnti settentrionale che mantengono contenute le temperature
16 LUG
Lungo gli oltre 7000 chilometri delle nostre coste le caratteristiche climatiche fondamentali possono variare anche di molto
15 LUG
I primati mondiali di uno dei fenomeni atmosferici più imprevedibili e distruttivi
15 LUG
Emeregnza incendi in Sardegna, impegnate tantissime squadre