In pubblicazione il 19 SET 2020

Tempeste tropicali nel 2020, numero record

Un altro sintomo inquietante del surriscaldamento del pianeta


Fonte Immagine: NOAA

Le tempestate tropicali sono cicloni che si formano nei mari tropicali là dove le temperature delle acque superficiali superano i 27-28 gradi.


Quando i venti all’interno del ciclone raggiungono velocità tra 60 a e 110 km/ora, allora al ciclone viene dato un nome che poi conserverà anche se dovesse superare 110 km/ora  e diventare quindi un uragano.


Ogni anno viene predefinita la sequenza di 23 nomi, un numero che non è stato mai raggiunto se non nel 2005  quando si dovettero utilizzare tutti i 23 nomi e si dovette ricorrere alla lettera greca Alpha per denominare la 24^ tempesta tropicale.

Ma quest’anno è appena nota nel Golfo del Messico la 25^ tempesta tropicale , il numero più elevato si sempre per cui , in assenza di nomi ed essendo già stata utilizzata anche la lettera Alpha, la nuova tempesta è stata denominata con la lettera greca beta.

Un numero così elevato e addirittura record,  significa che nelle acque tropicali sono diventate più frequenti che nel passato temperature superficiali oltre 27-28 gradi, un evidente  effetto del Global Warming



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

28 OTT
Alta pressione uguale bel tempo? Si, ma non sempre...
28 OTT
Residui fenomeni all’estremo Sud, specie su Salento, Calabria, Puglia ionica e Sicilia orientale. Sole altrove, ma con nebbie in Val Padana e vallate centrali
28 OTT
Uno dei terremoti piu' forti degli ultimi 200 anni
15 OTT
Ecco le PESANTI ANOMALIE a livello globale: noi siamo in un'ISOLA FELICE.
13 OTT
Valori molto bassi al Nord Est, prima volta fin sullo zero anche in pianura
9 OTT
Era il 9 Ottobre 1963, Ore 22.39