In pubblicazione il 20 MAG 2021

9 anni fa il terremoto in Emilia

20 e 29 Maggio, due forti scosse di terremoto mettono in ginocchio l'Emilia Romagna


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Erano le 4.03 di notte del 20 Maggio 2012 quando la terrà tremo' in Emilia, a pochi chilometri dalla Lombardia. Una forte scossa di Magnitudo 5.9 spezzo' la vita di 7 persone, 50 i feriti. La provincia di Modena, Ferrara e Bologna in Emilia Romagna, quelle di Rovigo e Mantova fuori regione, furono quelle maggiormente interessate dal sisma che fu avvertito dalla Svizzera alla Slovenia, fino alla Croazia ed all'Austria. Ingenti danni al patrimonio culturale a causa dei molti crolli di palazzi storici, aziende agricole e fabbriche. Il sisma provoco' fenomeni diffusi di liquefazione delle sabbie, che interessarono ampie aree a San Carlo di Sant'Agostino, Mirabello, Finale Emilia e San Felice sul Panaro.



Tali fenomeni si verificarono anche a seguito delle scosse del 29 maggio nelle aree di Cavezzo e Moglia, causando il crollo di alcuni edifici anche di recente costruzione. Ma solo dopo 9 giorni una nuova forte scossa della durata di 30 secondi, di magnitudo 5,8 e definita superficiale (profondità ipocentro: 9,6 km) fu registrata alle 09:00:03 del 29 maggio 2012. L'epicentro fu nella zona di Medolla e Cavezzo in provincia di Modena. Un primo bilancio provvisorio riporto' crolli in edifici anche di interesse storico-artistico, tra quelli già danneggiati dall'evento sismico del 20 maggio, 20 vittime (due decessi avvenuti in data 5 giugno ed uno il 12 giugno) e almeno 350 feriti. Gli sfollati sairono a circa 15.000.



Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

27 SET
Assisteremo a un’abbondanza di piogge su tutto il paese e ad un graduale calo termico
26 SET
L’alta pressione porterà ancora caldo anomalo prima di ritirarsi e lasciare spazio a correnti più miti
25 SET
Dal 26 settembre ora al Nord, ora al Centro, ora al Sud: tutti i dettagli precisi
23 SET
Corsa contro il tempo per salvare le banane, il 50% del PIL dell'isola
19 SET
Una serie di vortici registrati dagli esperti.
7 SET
La quasi totale assenza di precipitazioni da inizio Estate e una precedente carenza storica di piogge primaverili hanno causato una delle Estati più secche di sempre nella regione dell’Emilia-Romagna