In pubblicazione il 2 FEB 2019

Forti piogge e disgelo: allerta fiumi in Emilia Romagna

Molti corsi d'acqua già in piena


Fonte Immagine: Faenza, fiume Lamone

 

L'Emilia Romagna è sotto stretta osservazione a causa delle abbondanti precipitazioni delle ultime 24 ore. Queste precipitazioni sono risultate piovose fino alle quote piu' alte a causa del netto rialzo termico che ha portato anche la fusione di parte del manto nevoso presente. Per questi motivi tutti i corsi d'acqua regionali questa mattina vedono un netto aumento della loro portata.

Ma partiamo con l'osservare gli accumuli di pioggia piu' ingenti osservati nella giornata di ieri:
219.6 mm a Lago Scaffaiolo (MO)
166.9 mm a Trefiumi (PR)
164.4 mm a Pratospilla (PR)
158 mm a Passo del Cerreto (RE)
134.1 mm a Pievepelago (MO)
127.3 mm a Fellicarolo (MO)
117.8 mm a Fellicarolo (MO)
112 mm a Passo Croce Arcana (MO)
111.8 mm a Monte Piella (BO)

Dati Emilia Romagna Meteo

A questi accumuli sono da aggiungere quelli a partire dalla mezzanotte, variabili dai 25 ai 60 mm sull'alto Appennino. 


L'attenzione ora è posta ai corsi d'acqua, diversi risultano in piena. Questa mattina a preoccupare è il RENO: a Vergato, nel bolognese, ha superato la soglia massima di allerta, la soglia 3, quella rossa, arrivando a toccare i 5 metri e 48, 48 cm oltre la soglia. Sempre il Reno ha superato la soglia rossa a Panico Reno ma anche in pianura a Bonconvento. Soglia rossa superata anche per il Secchia presso Ponte Veggia con 12 metri e 50 cm, 30 cm oltre la soglia 3.

Superano la soglia 2, quella arancione, i seguenti corsi d'acqua:
- Fiume Taro a San Secondo;
- Fiume Enza a Sorbolo, Cedogno e Selvanizza;
- Fiume Secchia a Lugo, Rubiera e Modena Ponte Alto;
- Fiume Panaro a Ponte Sant'Ambrogio e Spilamberto;
- Il torrente Scoltenna a Ponte Val di Sasso;
- Torrente Silla a Porretta Terme;
- Il Reno a Porretta Terme e Casalecchio;
- Il torrente Savena a Loiano, Pianoro e San Ruffillo;
- Il fiume Senio a Casola Valsenio;
- Il fiume Lamone a Marradi;
- Il fiume Ronco a Santa Sofia.

Dati ARPAE.



Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

15 FEB
Alta pressione protagonista, aria molto mite sulle Alpi
14 FEB
L’evoluzione in quattro distinte fasi fino al 23 febbraio. Periodo poco dinamico
12 FEB
L’alta pressione guadagna ulteriore spazio sul Mediterraneo
15 FEB
Tendenza meteo fino metà mese, tra poco online
12 FEB
Danni pesantissimi nel Nord del Paese
12 FEB
Mareggiate lungo le coste esposte. Una nuova perturbazione proveniente dall’Europa nord-orientale, giungerà nella giornata di domani