In pubblicazione il 9 FEB 2021

I record del tempo

Eventi straordinari e imprevedibili, talvolta anche spaventosi: sono i record del tempo .


Fonte Immagine: Luciajimena1990

Fra giornate soleggiate e miti e altre grigie e fredde, l’atmosfera è senz’altro capace di regalarci anche eventi straordinari e imprevedibili, talvolta anche spaventosi: sono i record del tempo.


E così, se è vero che l’alta pressione solitamente garantisce tempo bello e stabile, nella città di Agata (Russia) il 31 dicembre 1968 forse venne vissuta quella che si potrebbe considerata la giornata più “tranquilla” di sempre; quel giorno infatti i barometri della località russa misurarono una pressione record di ben 1083 millibar (la pressione media al livello del mare oscilla intorno ai 1000 millibar), valore mai osservato prima sulla Terra da uno strumento .


Il caldo più torrido della storia invece, poteva essere quello registrato dai termometri il 13 settembre 1922 a El Azizia, nel deserto libico: addirittura 57,8 gradi! Tuttavia di re- cente l’Organizzazione Mondiale della Meteorologia ha stabilito tale misura poco affidabile e quindi lo scettro della più alta temperatura mai osservata è passato ai 56,7 gradi registrati a Greenland Ranch, nella Valle della Morte (USA), il 10 luglio 1913 .

Una calura a di dir poco insopportabile, a cui l’uomo non può sopravvivere a lungo, ma certo non è meno pericolosa la temperatura più bassa mai registrata .

Gli 89 gradi sotto zero osservati il 21 luglio 1983 presso la base scientifica di Vostok, in Antartide, potrebbero difatti uccidere in pochi istanti!

Se il caldo più torrido ha visitato il cuore degli USA e il freddo più rigido le distese ghiacciate del Polo Sud, per trovare le piogge più intense mai cadute bisogna spostarsi nell’Oceano Indiano; sull’Isola di La Réunion

Arica, la città è il luogo abitato più siccitoso del pianeta. Soli 7 mm di pioggia come media annua vuol dire che tra un rovescio di pioggia e il successivo possono trascorrere anche diversi anni.

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

21 APR
Si sta avvicinando una nuova perturbazione i cui effetti, nel corso del giorno, cominceranno a farsi sentire soprattutto sul versate occidentale del Paese
21 APR
Due impulsi perturbati condizioneranno il tempo in Emilia-Romagna tra mercoledì 21 e venerdì 23, in compenso però le temperature tenderanno a salire
20 APR
Vediamo insieme come si presenterà il tempo meteorologico nei prossimi giorni e fino al weekend
20 APR
Record a Londra, valori estivi su molti Stati europei
18 APR
Potrebbe darci una mano contro il Global Warming
17 APR
Esistono vari tipi di fulmini e la loro pericolosità può variare di molto, specie se si pensa che alcuni sono capaci di colpire anche laddove il tempo è bello