In pubblicazione il 18 MAR 2019

Il 18 marzo 1944, tremenda eruzione del Vesuvio: più di 12 mila persone evacuate

L’evento iniziò con un aumento dell'attività stromboliana e con piccole colate laviche sul versante orientale e verso sud. Tanti i paesi che subirono danni


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

 

Era il 18 marzo 1944, quando una tremenda eruzione sveglia il vulcano Vesuvio.

L’evento iniziò con un aumento dell'attività stromboliana e con piccole colate laviche sul versante orientale e verso sud.

Tanti i paesi che subirono danni, più di 12 mila persone furono costrette all'evacuazione.


La città di Napoli fu protetta dalla direzione dei venti che allontanarono dalla città la nuvola di cenere e lapilli.



Fonte Articolo: Dipartimento Protezione Civile

ULTIMI ARTICOLI

Caldo...cane in arrivo
17 GIU
La più forte ondata di caldo al Centronord da inizio estate
16 GIU
La frequenza osservata in 2 estati “normalmente calde”
14 GIU
L’alta pressione africana attaccherà il Mediterraneo in due fasi. La seconda più debole
anticiclone africano oggi 14 giugno
14 GIU
Caldo…anche sul Monte bianco, La più calda giornata da inizio estate
17 GIU
Temperature tra 30 e 33 gradi solo su un terzo dell'Italia
16 GIU
Caldo estivo normale o sono tono sul resto d'Italia