In pubblicazione il 19 NOV 2019

L'Italia dice NO all'abolizione del cambio d'ora

Ora legale, l'Italia ha detto "no" all'abolizione: il cambio rimane.


Fonte Immagine: web

 

Nella primavera scorsa si era diffusa la notizia di una possibile abolizione del cambio d'ora, il passaggio dall'ora Solare a quella Legale e viceversa. Grazie all'apertura dell'Unione europea , a partire dal 2021, ogni Paese avrebbe potuto scegliere se adottare per tutto l'anno l'ora legale o quella solare. Nel mese di giugno, pero', il governo italiano ha depositato a Bruxelles una richiesta formale per mantenere intatta la situazione attuale, senza variazioni. 

I motivi principali per questa scelta sono relativi all'aspetto economico perchè per sei mesi l’anno ci consente di accendere le luci un’ora dopo, si risparmiano soldi. Il secondo motivo è legato alla possibilità che le "singole scelte degli Stati membri possano creare un mosaico di fusi orari, con il rischio di non garantire il corretto funzionamento del mercato interno".


 

 



Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

12 DIC
Una parentesi invernale in piena regola. Previste nevicate anche in Val Padana; nubifragi al centro sud
12 DIC
Un'intensa perturbazione porterà una breve fase di forte maltempo invernale
10 DIC
Dopo un assaggio tipicamente invernale arriverà l’alta pressione nord africana
9 DIC
Una profonda depressione innescherà una decisa intensificazione dei venti sulla Liguria e sulle regioni centro-meridionali italiane
7 DIC
Scossa distintamente avvertita in città, magnitudo 3.7
6 DIC
Notte di ansia nella zona di Pozzuoli