In pubblicazione il 8 APR 2021

METEO diretta: GRAVI GELATE, immensi danni

Catastrofiche gelate che hanno decimato i raccolti. Avevamo già messo in conto una situazione potenzialmente pericolosa.


Fonte Immagine: -

Avevamo già messo in conto una situazione potenzialmente pericolosa, ma così non potevamo immaginare: dopo una nottata freddissima, con nuovi record STORICI di minima in molte zone del Centro-Nord, i danni da gelata sono stati gravissimi.


Interi raccolti decimati e notevoli danni ai vitigni: portiamo la solidarietà a chi ha perso parte del raccolto, dopo un'annata già piena di difficoltà a causa della pandemia di COVID.


Il meteo era assolutamente favorevole a gelate tardive, ma qui si è andati oltre: una massa d'aria freddissima (NON una semplice toccata e fuga come qualcuno sosteneva...) ha interessato il nostro paese e, dopo che i venti sono cessati, l'aria fredda è penetrata nei bassi strati, aiutata da notti serene e suoli secchissimi. Ne sono uscite minime incredibili di -5/-8 in pianura e -10/12 in collina, tipiche di gennaio e in alcuni casi nemmeno raggiunte nell'inverno (come il 2020).

E quindi, il riscaldamento globale è finito? ASSOLUTAMENTE NO, c'è e galoppa eccome! Paradossalmente...una delle conseguenze di esso è l'alternarsi di fortissime anomalie calde e fredde, solo che le prime sono assai più forti e lunghe delle seconde.

In altre parole: vastissimi record di caldo che cadono come birilli e alcuni record di freddo, anche a pochissima distanza; solo che i primi sovrastano i secondi, senza se e senza ma.

 

 

Di seguto, riportiamo i dati de La Nazione, per quanto riguarda la Toscana: stazione meteo di Palazzo del Pero (-9° alle 6,15), in provincia di Arezzo, e nella stessa provincia ci sono state altre località con piccominimo compreso fra -9 e -8: Badia Agnano, Monterchi e Ortignano. A Cesa -7°, a Monte San Savino e Anghiari -6.

Anche il Veneto non va meglio: sino a -9.5 gradi, gelate anomale e gravissimi danni all'agricoltura veronese
Le temperature nella provincia veronese sono scese secondo Coldiretti di diversi gradi sotto lo zero fino a -8 in alcuni territori e per lungo tempo dalle 23 del 7 aprile alle 7 di mattina dell’8. Codive segnala addirittura che alcune centraline hanno registrato fino a -9.5 gradi. Ad ogni modo, il freddo è stato impietoso per i frutteti già in fiore, le piante di kiwi con le nuove gemme, i meli e i peri all’inizio della vegetazione oltre alle orticole in pieno campo. (fonte: VeronaSera).

 



Fonte Articolo: Dr. Davide Santini

ULTIMI ARTICOLI

19 SET
Alcuni autentici "mostri" possono tagliare il PIL di un paese anche di alcuni punti percentuali!
18 SET
Le temperature rimangono insolitamente alte soprattutto al Sud e Isole, ma i modelli previsionali vedono già la fine del caldo
17 SET
Le giornate di Sabato e Domenica di metà Settembre vedranno temperature costanti e piogge diffuse al Centro-Nord
7 SET
La quasi totale assenza di precipitazioni da inizio Estate e una precedente carenza storica di piogge primaverili hanno causato una delle Estati più secche di sempre nella regione dell’Emilia-Romagna
1 AGO
Una situazione purtroppo sempre più comune (e preoccupante!)