In pubblicazione il 11 LUG 2019

Molto caldo in Sicilia, vasti incendi nel Catanese e persone evacuate.

L'ondata di caldo non molla l'estremo Sud e divampano gli incendi.

Incendi nel catanese, persone evacuate.
Incendi nel catanese, persone evacuate.
Fonte Immagine: Fotografia Antonino Romano, da Repubblica Palermo.

 

L'ESTREMO SUD SOTTO IL DOMINIO DELL'ALTA PRESSIONE.

Mentre buona parte della penisola è influenzata da correnti più fresche provenienti da Nord, che hanno causato forti temporali su più zone, La Sicilia e la Sardegna sono condizionate ancora da temperature molto alte. Si continuano a registrare alte temperature da più giorni sulle 2 isole, specialmente nel territorio Siciliano dove i valori hanno raggiunto i 40°C nella provincia di Catania. L'afflusso di aria molto calda e umida dal Nord Africa, nei giorni scorsi ha mantenuto i valori termici molto alti anche nelle ore notturne, specialmente nel Palermitano e nel Catanese dove non si è scesi sotto i +34°C / +31°C su molti centri abitati. 

 


INSIEME AL CALDO, LA VENTILAZIONE SOSTENUTA CONTRIBUISCE ALLA PROPAGAZIONE DEI ROGHI.

Come se non bastassero le alte temperature, a creare disagio tra la popolazione, scoppiano gli incendi e la moderata ventilazione proveniente da Sud non fa altro che aggravare la situazione. Le fiamme si propagano e diventa difficoltoso domare i roghi. E' il Catanese la zona più colpita dagli incendi, che da 2 giorni divampano e si espandono velocemennte in più punti della provincia, tante le persone all'opera per contrastare l'evento ma il fuoco fatica a spegnersi. La situazione più critica a San Vito lo Capo, dove 2 notti fa, un grosso incendio è divampato nei pressi di un villaggio turistico. Circa 700 persone sono state evacuate via mare per precauzione dai mezzi di soccorso e dalla guardia costiera, domato il rogo sono stati fatti rientrare nella struttura turistica la mattina seguente. 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

16 LUG
Fino a domenica avremo caldo nella norma con possibili temporali, poi di nuovo anticiclone subtropicale
16 LUG
parziale peggioramento del tempo al Nord nella giornata di giovedì, con nuvole e improvvisi temporali su molte regioni
16 LUG
Più intensa e più lunga di quanto avevamo previsto una settimana fa
16 LUG
Passata la perturbazione, l’Italia rimane esposta a correnti settentrionale che mantengono contenute le temperature
16 LUG
Lungo gli oltre 7000 chilometri delle nostre coste le caratteristiche climatiche fondamentali possono variare anche di molto
15 LUG
I primati mondiali di uno dei fenomeni atmosferici più imprevedibili e distruttivi
15 LUG
Emeregnza incendi in Sardegna, impegnate tantissime squadre