In pubblicazione il 18 FEB 2021

Ondata di GELO e NEVE da record in TEXAS

Una violenta perturbazione invernale ha portato neve e gelo fin sugli stati USA affacciati sul Golfo del Messico


Fonte Immagine: NASA

Nei giorni passati gli USA hanno dovuto affrontare un’eccezionale ondata di maltempo invernale, con neve e gelo che hanno stretto d’assedio quasi la metà della nazione. E in alcuni stati si è trattato della più intensa ondata di neve e gelo degli ultimi decenni, con notevoli disagi per la popolazione. In Oklahoma e Texas, ad esempio, era dalla fine del secolo scorso che non si registravano temperature così basse e nevicate così importanti.


In Texas, in particolare, la neve si è spinta addirittura fin sulle coste affacciate sul Golfo del Messico, mentre domenica 14 febbraio ad Abilene, con una nevicata da ben 38 centimetri, è stato letteralmente sbriciolato il vecchio record di 24 centimetri che resisteva dal 5 aprile del 1996! Completamente imbiancata dalla neve anche la principale città dello stato, Houston, dove si è registrata anche la temperatura più bassa degli ultimi 32 anni, ben 8 gradi sotto zero. Addirittura a Dallas lunedì 15 febbraio la colonnina di mercurio dei termometri è precipitata in basso fino a segnare 16 gradi sotto zero, che per questa città rappresentano la temperatura più bassa dal 1989, quando si registrò il valore 19 gradi sotto zero!


 

L’eccezionale ondata di gelo e neve ha causato estesi blackout e lunedì 15 febbraio nello stato del Texas ben 4 milioni di persone, di cui quasi la metà nell'area metropolitana di Houston, sono rimaste senza energia elettrica, proprio nelle fasi in cui l’ondata di gelo colpiva con maggior durezza. Insomma un’irruzione eccezionale delle gelide correnti artiche che, come mostra anche la mappa elaborata dagli studiosi della NASA, oltre a investire con prepotenza il Midwest, si sono spinte fino a latitudini insolitamente basse, tanto da coinvolgere con modalità insolite anche alcuni stati meridionali degli USA, tra cui in particolare proprio Oklahoma e Texas. 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

Temperature a 1500m ca nei prossimi 10 giorni
26 FEB
Modelli in parziale disaccordo
26 FEB
Prosegue il dominio incontrastato dell'anticiclone, anche se il suo parziale indebolimento, concederà in Emilia-Romagna un lieve calo delle temperature e un ritorno a valori più consoni del periodo
26 FEB
Le ultime proiezioni dei modelli previsionali indicano la probabile data del prossimo generalizzato peggioramento del tempo
25 FEB
Fa caldo per il periodo...troppo caldo! Le conseguenze
27 FEB
Recenti ricerche confermano che il cambiamento climatico potrebbe avere un notevole impatto negativo sui raccolti del futuro
27 FEB
Secondo la statistica climatica https://www.youtube.com/watch?v=IcOh1T7NR8I
24 FEB
Temperature insolitamente miti in un’ampia fetta del continente asiatico con veri e propri valori record in Cina, Mongolia e Giappone
23 FEB
Statistiche e curiosità riguardanti le nevicate che hanno imbiancato la Capitale nel corso degli ultimi 100 anni