In pubblicazione il 13 FEB 2020

Stabilito record assoluto di velocità di Boeing 747

Il giorno 10 Febbraio un aereo della British Airways ha raggiunto la velocità più alta mai registrata per un Boeing


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Il contesto 

Dall'inizio della giornata del 10 Febbraio la possente tempesta Ciara ha raggiunto l'Europa atlantica, provocando alluvioni e venti tempestosi in paesi come Regno Unito, Francia settentrionale, BeNeLux, Germania; la tempesta ha interessato marginalmente anche l'Italia, con forti venti al Nord e Nord Ovest. Tutto questo a causa, tra le altre, di una fortissima "corrente a getto" (jet stream), una stretta fascia a quota di circa 10,000/11,000 metri situata sopra l'oceano Atlantico settentrionale caratterizzata da venti fortissimi.

Cosa è avvenuto


Ebbene, il 10 Febbraio un aereo della British Airways, più precisamente un Boeing 747, ha battuto sia il record di velocità per un aereo di linea commerciale che la durata più breve per un viaggio da New York, dove è partito, a Londra, dove è atterrato; il tempo impiegato è stato infatti di appena 4 ore e 56 minuti. Contro una media di poco più di 6 ore. Il record precedente si attestava a 5 ore e 13 minuti. Per quanto riguarda la velocità raggiunta, ebbene, si sono sfiorati i 1290 km/h! 
Si tratta di un record assoluto, e pensate che la velocità media di un simile aereo a tale quota (alta troposfera) è di circa 1000 km/h. Altra curiosità: la velocità raggiunta da questo Boeing ha raggiunto e superato quella del suono, pari a 343 m/s (1235 km/h), ma non è considerato come un volo subsonico poiché la velocità raggiunta è stata resa possibile dal forte vento. In effetti, se si fanno due conti, si può stimare una velocità del vento di quasi 300 km/h a tale quota siccome la velocità massima raggiunta è stata di circa 300 km/h più alta di quella media. Evento pazzesco e incredibile! 
Ricordiamo, ad ogni modo, che i paragoni di velocità e durata di volo non vengono effettuati con quelli dei Concorde, aerei supersonici ritirati dai cieli nel 2003 e che ci mettevano la metà del tempo degli aerei attuali a percorrere qualsiasi rotta. 
 

Buona serata a tutti da Meteo Giuliacci e staff! 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

31 MAR
Residui fenomeni sulle regioni centro meridionali della Penisola
La primavera di Botticelli
31 MAR
Tempi duri per i meteoropatici quando “scoppia” la primavera
30 MAR
Un fronte freddo attraverserà velocemente l'Italia da Nord verso Sud
30 MAR
Anche L'Emilia Romagna risentirà dall'afflusso freddo settentrionale
31 MAR
La grande metropoli americana è oramai al collasso e in aiuto giunge anche la nave ospedale della Marina Militare Americana
22 MAR
Danneggiato l'ospedale, due le forti scosse di terremoto
22 MAR
Un rapporto appena diffuso da SIGEA fa il punto su quanto emerge dall'analisi preliminare riguardante l'eventuale ruolo del clima sulla diffusione del virus
21 MAR
Scossa avvertita anche in Puglia e Calabria