In pubblicazione il 2 LUG 2019

Un lago Azzurro sotto il Monte Bianco, da 10 giorni sopra lo zero: rischio crollo nel Cervino

I terribili effetti dell'eccezionale ondata di caldo dei giorni scorsi


Fonte Immagine: web

 

L'ultima settimana del mese di Giugno ha visto l'arrivo sull'Europa centro occidentale di un'ondata di caldo a dir poco eccezionale con temperature massime che hanno superato i +40°C in Francia e nel Nord Italia raggiungendo picchi fino a 45°C proprio sulla Francia. Il caldo intenso si è manifestato anche sulle Alpi con conseguenze davvero preoccupanti. 

Caldo eccezionale, nasce un lago sul Monte Bianco
Un gruppo di escursionisti ha immortalato una formazione atipica in questi giorni ai piedi del Monte Bianco, nei pressi del gruppo montano di Rochefortsi è formato un lago azzurro! La causa? Lo zero termico che per alcuni giorni del mese di Giugno ha quasi toccato i 5000 metri!

Capanna Margherita per 10 giorni sopra lo zero
Non stiamo parlando di una località posta a 2000 e o 3000 metri, siamo a ben 4554 metri. La stazione meteorologica dell’Arpa Piemonte alla Capanna Margherita, il rifugio più alto d’Europa, sulla Punta Gnifetti nel gruppo del Monte Rosa registra temperature positive da almeno dieci giorni. L’altro giorno il termometro addirittura segnava +9.7 °C.


Il Cervino a rischio crollo
La cima del Cervino rischia di crollare. L'allarme è stato lanciato venerdì da un meteorologo di MeteoNews, Frédéric Glassey, il quale ha spiegato che lo scioglimento del permafrost potrebbe causare un disastro senza precedenti, a causa dell'ondata di caldo che ha investito anche uno dei simboli della Svizzera. La parte più alta della montagna è costituita dalla 'schistouille', un cumulo di rocce unito dal permafrost, il terreno perennemente ghiacciato, scongelandosi puo' quindi crollare.



Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

16 LUG
Fino a domenica avremo caldo nella norma con possibili temporali, poi di nuovo anticiclone subtropicale
16 LUG
parziale peggioramento del tempo al Nord nella giornata di giovedì, con nuvole e improvvisi temporali su molte regioni
16 LUG
Più intensa e più lunga di quanto avevamo previsto una settimana fa
16 LUG
Passata la perturbazione, l’Italia rimane esposta a correnti settentrionale che mantengono contenute le temperature
16 LUG
Lungo gli oltre 7000 chilometri delle nostre coste le caratteristiche climatiche fondamentali possono variare anche di molto
15 LUG
I primati mondiali di uno dei fenomeni atmosferici più imprevedibili e distruttivi
15 LUG
Emeregnza incendi in Sardegna, impegnate tantissime squadre