In pubblicazione il 17 NOV 2020

3 Novembre 1706, fortissimo sisma sconvolge i borghi della Majella

Gravissimi danni anche a Sulmona


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Il 3 novembre del 1706 un violento sisma sconvolse l'Italia centrale e piu' precisamente l'Abruzzo. Non era certo un periodo tranquillo, tra il 1702 ed il 1706 ci furono moltissimi terremoti distruttivi nell'Italia centrale e questo fu uno dei piu' disastrosi: un terremoto di magnitudo 6.8 Richter colpi' l'area della Majella, imponente massiccio calcareo che si erge a sud del Gran Sasso, nel cuore dell’Appennino abruzzese.


La Valle Peligna ed il versante chietino furono gravemente danneggiati da questo violento sisma. Crolli importanti si ebbero a Lama dei Peligni, Manoppello, Palena, Cansano (rasa al suolo), Prezza, Raiano, Vittorito, Roccacasale, Salle, Tocco da Casauria, Rivisondoli, Roccaraso, Palena (dove morirono in 300 su una popolazione di 450 persone), Lettopalena, Lama dei Peligni, Fara San Martino ma anche a Sulmona dove solo qui morirono circa 1150 persone.
Sulmona, che fino ad allora era nota come la “Siena d’Abruzzo” per il suo patrimonio artistico, perdette i 2/3 degli edifici e buona parte del suo centro storico medievale. Ad aggravare il bilancio di morti e feriti, fu una seconda forte scossa che ebbe luogo la notte del 4 novembre.


Alla fine il conto totale delle vittime del sisma fu di circa 2400. I danni furono gravi anche per altri paesi più lontani, fino al Lazio ed al Molise, dove crollarono antichi edifici, castelli e chiese.



Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

24 GIU
L’ultimo weekend del primo mese estivo porterà con se temperature elevate e piogge scarse o assenti
24 GIU
L’ultimo weekend del primo mese estivo porterà con se temperature elevate e piogge scarse o assenti
24 GIU
Le piogge tanto invocate rimarranno una pia illusione: non basteranno alcuni temporali qua e là per colmare il gap idrico. Siccità persistente fino ad agosto.
24 GIU
Già è partita malissimo sul piano climatico e idrico: non resta che aspettarci altri due mesi difficili...
15 GIU
Temperature da record a causa dell’insistente presenza del bollente Anticiclone Nord-Africano
9 GIU
La scossa avvertita sulla costa con epicentro in mare
25 MAG
Nella data di ieri la città costiera Romagnola ha registrato il valore di temperatura minima più elevato di sempre per il mese di Maggio
8 MAG
Nonostante le piogge, talora abbondanti, la situazione idrica rimane assai critica.