In pubblicazione il 5 FEB 2020

5-6 Febbraio 2015: tanta neve in Emilia!

Mentre la Romagna era alle prese con tanta pioggia l'Emilia era in questa situazione


Fonte Immagine: Fonte Immagine: Aldo Meschiari, Carpi

Mentre la Romagna ed il ferrarese affrontavano vasti allagamenti con mareggiate sulla costa, tra il 5 ed il 6 febbraio 2015 abbondanti nevicate interessavano le zone Appenniniche (con spessori osservati superiori a 70 cm) e anche in Pianura Centro-Occidentale. Il giorno 5 in Appennino si sono registrate fitte nevicate con intensità orarie massime di 7-9 cm/ora. La neve ha proseguito per tutto il giorno in Appennino e, fin dalle prime ore del mattino le nevicate hanno raggiunto quote sempre più basse fino ad arrivare alle zone di pianura a partire da Piacenza verso le ore 07:00 fino a Bologna alle 13:00 locali, ora in cui la pioggia abbondante del mattino si è trasformata in neve. Nella parte est della provincia di Bologna e in tutta la pianura romagnola e ferrarese le precipitazioni sono rimaste sotto forma di pioggia. Neve solo oltre i 500-700 m.


La nevicata si è attenuata nel pomeriggio del 5 ma la sera-notte ha ripreso a nevicare in tutto l’Appennino e pianura centro-occidentale con una notevole intensità e accumuli orari medi di 6-9 cm/h. Per effetto delle nevicate, si sono verificati numerosi disagi alla viabilità, interruzione di servizi, black-out elettrici e interruzione dell’erogazione dell’acqua, principalmente in montagna e collina e cadute di alberi, sotto il carico della neve pesante, anche a basse quote.


Caduti 86 cm a Lago Pratignano nel Modenese (1300 metri di quota), 68 cm a Loiano nel Bolognese (741m.s.l.m.), 37 cm a Rivalta (RE). 



Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

11 AGO
Le previsioni dettagliate per area geografica per la festa principale dell'estate.
11 AGO
Nella parte centrale della settimana le correnti atlantiche torneranno a infiltrarsi sulle regioni settentrionali, dove aumenterà l'instabilità
9 AGO
Vediamo quali sono le previsioni fino a Domenica prossima
11 AGO
Solo al 10% circa delle città ha raggiunto 35-36 gradi
11 AGO
La pandemia ha causato un importante blocco delle principali attività a livello planetario, con conseguente evidente riduzione delle emissioni di gas serra
massime aklle ore 13.30 (in scuro) i valori oltre 33 gradi)
11 AGO
Dove potranno essere raggiunti i 35 gradi
Le temperature massime previste per martedì 11 agosto
10 AGO
Valori tra 35 e 37 gradi solo nel 15% circa delle città d'Italia