In pubblicazione il 6 AGO 2019

Come si forma il tuono?

lampi e tuoni sono caratteristiche tipiche delle nubi temporalesche, e sono strettamente collegati tra loro

 

Quando il temporale si avvicina, ecco che in cielo appaiono i bagliori dei fulmini mentre alle nostre orecchie arriva quel brontolio sordo che tutti noi conosciamo come tuono. Ma da dove arriva quel rumero tipico che accompagna i temporali? Ebbene, fulmini e tuoni, fenomeni che sempre accopagnano le nubi temporalesche, sono strettamente collegati tra loro e, più nel dettaglio, è proprio il fulmine, nell'ibteragire con l'atmosfera, a generare il rumore tipico del tuono. In che modo lo fa? Ce lo spiega, nel video collegato all'articolo, il col Giuliacci.





Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

21 SET
Le precipitazioni in arrivo porteranno davvero benefici? O anche rischi legati alla severità e al territorio?
21 SET
Prima discesa autunnale di aria polare, temperature in decisa diminuzione
21 SET
Rischio pioggia su molte regioni, vediamo dove
Temperature a 1500m venerdì 20 settembre del 2019
21 SET
Settembre 2020 sta ricalcando alla lettera il clima di settembre 2019.
19 SET
Un altro sintomo inquietante del surriscaldamento del pianeta
17 SET
Un imponente ciclone mediterraneo s'è formato al largo delle coste calabro-siciliane: che legami ci sono con il riscaldamento globale?
16 SET
Risalita di caldo africano fino al Regno Unito, temperature altissime
NOAA
8 SET
La Niña potrebbe portare più freddo e più neve, condizioni quasi normali per la stagione