In pubblicazione il 6 AGO 2019

Come si forma il tuono?

lampi e tuoni sono caratteristiche tipiche delle nubi temporalesche, e sono strettamente collegati tra loro

 

 

Quando il temporale si avvicina, ecco che in cielo appaiono i bagliori dei fulmini mentre alle nostre orecchie arriva quel brontolio sordo che tutti noi conosciamo come tuono. Ma da dove arriva quel rumero tipico che accompagna i temporali? Ebbene, fulmini e tuoni, fenomeni che sempre accopagnano le nubi temporalesche, sono strettamente collegati tra loro e, più nel dettaglio, è proprio il fulmine, nell'ibteragire con l'atmosfera, a generare il rumore tipico del tuono. In che modo lo fa? Ce lo spiega, nel video collegato all'articolo, il col Giuliacci.




Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

25 MAG
Avvio di settimana dal clima gradevole e soleggiato, questo grazie all'anticiclone delle Azzorre
24 MAG
L’ultima settimana di Maggio (e della Primavera meteorologica) potrebbe presentarsi alquanto variabile
23 MAG
L'ultima ricerca, condotta da noti esperti italiani, pone dubbi sui legami tra i fattori meteo-climatici e il Covid-19
19 MAG
Nuovi temporali nelle prossime ore
15 MAG
Battuti diversi record di caldo per il mese di Maggio