In pubblicazione il 6 AGO 2019

Come si forma il tuono?

lampi e tuoni sono caratteristiche tipiche delle nubi temporalesche, e sono strettamente collegati tra loro

 

 

Quando il temporale si avvicina, ecco che in cielo appaiono i bagliori dei fulmini mentre alle nostre orecchie arriva quel brontolio sordo che tutti noi conosciamo come tuono. Ma da dove arriva quel rumero tipico che accompagna i temporali? Ebbene, fulmini e tuoni, fenomeni che sempre accopagnano le nubi temporalesche, sono strettamente collegati tra loro e, più nel dettaglio, è proprio il fulmine, nell'ibteragire con l'atmosfera, a generare il rumore tipico del tuono. In che modo lo fa? Ce lo spiega, nel video collegato all'articolo, il col Giuliacci.




Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

23 AGO
Inizia una lunga fase temporalesca al Centronord
21 AGO
Allerta arancione della Protezione Civile oggi e domani in Lombardia e allerta gialla su Piemonte, Toscana e Abruzzo
18 AGO
Nei prossimi giorni caldo in aumento a causa dell'alta pressione dell'Anticiclone Nord Africano, che insisterà soprattutto al Centro e al Sud
17 AGO
L'alta pressione dell'Anticiclone Nord-Africano scatenerà una nuova ondata di caldo, comunque meno intensa della precedente
22 AGO
Ma succede ogni anno e sembrerebbe non esserci nessun record
20 AGO
Forti raffiche di vento, operazioni difficili