In pubblicazione il 24 FEB 2019

Con il freddo meno delitti passionali

Ma perché…


Fonte Immagine: pinterest.com

 

Il freddo invernale oltre  a portare disagi, ha anche qualche merito tanto che l’inverno è la stagione nella quale i delitti passionali sono meno frequenti.

 

Questo perché  il freddo sembra che  aiuti a controllare gli stimoli violenti e le forti pulsioni passionali


Il motivo? Ebbene l’equilibrio del nostro cervello è molto sensibile al contenuto di liquidi nell’organismo. Una piccola variazione della quantità di acqua disponibile, sembrerebbe mandare in tilt la centrale di controllo del nostro comportamento. 

In effetti in inverno le condizioni climatiche sono ideali perché il nostro corpo non subisca drastiche e improvvise perdite di acqua dai tessuti. Invece il caldo, soprattutto se improvviso o prolungato, come avviene in estate, provoca, per sudorazione, una forte perdita di liquidi, i quali, se non prontamente reintegrati mediante le bevande, mettono in crisi anche il cervello, che viene a perdere così la capacità di controllare gli stimoli. Questo, ad esempio, è il motivo principale per cui in estate si nota un brusco aumento degli stupri. 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci
Tags: 

ULTIMI ARTICOLI

23 MAR
Dal caldo estivo al freddo invernale in 24-36 ore
23 MAR
Aria fredda in discesa dalla Scandinavia entra nel Mediterraneo dai Balcani
23 MAR
Temperature in sensibile aumento con punte di 24°C: ottimo clima per le classiche gite domenicali
22 MAR
Grave crisi idrica su Piemonte, la Lombardia, il ponente ligure e la Toscana. Qualche dato statistico
23 MAR
Raffiche a 250 km/h ed onde alte 13 metri!
20 MAR
Spunta il sole sull'Europa e la linea dell'ombra è bella dritta dal Polo all'Equatore: foto scattata dal satellite
20 MAR
Nel riminese migliaia di pesci morti