In pubblicazione il 25 APR 2019

Danni da forte maltempo, cosa fare?

I danni causati da eventi meteo-climatici estremi stanno aumentando, ma spesso è possibile ottenere un risarcimento


Fonte Immagine: Pixabay

 

Negli ultimi mesi, in diverse occasioni ,sul nostro Paese si sono scatenati venti particolarmente forti, alimentati dal passaggio di intense perturbazioni. Ecco allora che alla ribalta della cronaca sono saliti, con inconsueta frequenza, tetti scoperchiati, alberi abbattuti e mareggiate, con un conto salatissimo in termini di danni economici e, ahimè, anche vittime.

Ultima in ordine di tempo è la perturbazione che ha raggiunto l’Italia questa settimana e che, ad esempio, tra mercoledì e giovedì nel Comasco ha portato raffiche a oltre 110 km/h, costringendo i vigili del fuoco a numerosi interventi per piante pericolanti e pali della luce abbattuti.

Ma cosa fare se, a causa di un evento meteorologico, andiamo incontro a danni materiali o, peggio, a lesioni personali? A chi dobbiamo rivolgerci, per ottenere un eventuale risarcimento, se, ad esempio, a causa del vento forte un ramo spezzato cade sul cofano della nostra vettura, danneggiandola seriamente?

Abbiamo girato il quesito agli esperti di Avvocato Accanto, studio legale specializzato, tra le altre cose, nella gestione di problematiche legate a eventi naturali. “In caso di danni al proprio veicolo, causati da eventi naturali, come ad esempio il vento forte”, ci spiega l’avv. Livia Achilli di Avvocato Accanto, “bisogna innanzitutto verificare se la copertura assicurativa del proprio veicolo preveda anche il risarcimento da eventi naturali. Tale condizione di assicurazione, solitamente, è aggiuntiva rispetto alle condizioni assicurative di base”.


Schermata%202019-04-05%20alle%2016_03_57.png

Insomma, il primo passo da fare è, qualora ce ne fossero le condizioni, rivolgersi alla propria compagnia assicurativa. Ma cosa fare se risultiamo scoperti di fronte ai danni causati da eventi naturali? “Qualora non vi sia copertura assicurativa”, continua l’avv. Achilli, “bisogna procedere con la richiesta del risarcimento del danno direttamente nei confronti del proprietario dell’albero. Pertanto, nel caso in cui l’albero sia di pertinenza comunale, la richiesta dovrà essere rivolta al Comune, diversamente al proprietario privato”.

Insomma, sperando che non abbiate mai a dover fare i conti con danni causati da vento forte, se anche dovesse capitarvi tale sciagura, sappiate che anche legalmente qualche strumento per tutelarvi, e ottenere un almeno parziale risarcimento, in effetti c’è!



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

14 GIU
L’alta pressione africana attaccherà il Mediterraneo in due fasi. La seconda più debole
anticiclone africano oggi 14 giugno
14 GIU
Caldo…anche sul Monte bianco, La più calda giornata da inizio estate
Temperature massime venerdì 14 giugno
13 GIU
Le temperature nel fine settimana su 32 località.  35-37 gradi su molte regioni
12 GIU
Tempo instabile nelle regioni settentrionali, dove sono attesi nuovi acquazzoni e temporali, mentre al Centrosud si farà sentire soprattutto il caldo
15 GIU
Meno caldo di venerdì 13 al Centronord. Puglia ancora sulla graticola
15 GIU
Situazione è critica a Longyan, nella provincia di Fujian
15 GIU
Non si registrano danni ne feriti