In pubblicazione il 7 GIU 2022

Fulmini. Ci si può riparare sotto gli alberi?

Sotto un singolo albero mai, ma in un bosco, sempre! Paradossale


Fonte Immagine: Depositphotos


Tutti sanno che in presenza di temporali non bisogna ripararsi sotto gli alberi. Ed è vero!


Infatti gli alberi, specie quelli a punta, hanno potere disperdere dalle punte le cariche elettriche negative sempre presenti al suolo sulla superficie terrestre. Ovvero un corpo collegato a terra, disperde nell’atmosfera sovrastante le cariche elettriche negative possedute dalla superficie terrestre. La dispersione è tanto più efficace quanto più il corpo termina con una forma a punta. Ecco il perché della forma dei parafulmini.


Perché mai ripararsi sotto un singolo albero

Le cariche elettriche disperse dai corpi a punta nell’atmosfera sovrastante, in presenza di un temporale vengono attirate verso l’alto  dalle cariche positive "indotte" alla base della  sovrastante nube temporalesca dalle cariche negative terrestri. Ma un volta che la sciame di cariche elettriche negative, trasportato verso l'alto dai moti convettivi, giunge alla base della nube, si comporta come se un filo metallico collegasse la base a carica positiva della nube  con lo sciame di cariche negative che sempre circonda un corpo a punta corpo a punta ancorato al suolo. A questo punto l’enorme carica positiva accumulata alla base della nube si scarica a terra attraverso la scia di cariche negative tra nube e corpo a punta. Il corpo a punta potrebbe essere appunto anche un albero. Ma il fulmine, seppure con minori probabilità, potrebbe colpire anche all’aperto in base alla rugosità del suolo (spuntoni rocciosi collinette, campanili, torri, etc)

Con il temporale è bene ripararsi nel bosco, se a portata di mano

Sembrerebbe una contraddizione ma non è così.

Infatti dovreste avere la sfortuna di "Fantozzi" perché su 1000 e più alberi del bosco  il fulmine colpisca… l’unico albero sotto il quale vi siete riparati!!

 

 

Fonte Immagine: Depositphotos 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

30 SET
Il meteo della prossima settimana sarà interessato da una possente ottobrata
29 SET
Ottobre potrebbe portare importanti novità
28 SET
Diverse fasi piovose e una di alta pressione in arrivo sul nostro Paese
28 SET
Il mese di ottobre vedrà l’Italia contesa fra le calde correnti tropicali e le incursioni di aria fredda di origine polare
25 SET
Per la prima volta nella stria un vero e proprio uragano investe direttamente le coste di questo paese
17 SET
Temperature crollate soprattutto al Centronord
3 SET
La probabile traiettoria nei prossimi giorni