In pubblicazione il 18 DIC 2020

In inverno le gomme si sgonfiano più facilmente

A cura di mario Giuliacci


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Ecco perché…


In inverno, come è normale che sia, le temperature scendono spesso al di sotto di 0°C, anche di parecchi gradi . In queste condizioni l’aria confinata forzosamente all’interno dei pneumatici, ovvero in un ambiente a volume costante, esercita una minore pressione sulla parte interna dell’involucro di gomma perché́, se raffreddate, le molecole d’aria (come accade in tutti i fluidi) si muovono più lentamente e quindi si riduce l’intensità dell’urti totali simultanei delle molecole sulla parete interna dell’involucro ovvero si riduce la pressione interna dello pneumatico


Di quanto si riduce la pressione interna

È perciò naturale che in queste condizioni le gomme si affloscino e che lo facciano in misura tanto maggiore quanto più la temperatura esterna scende .

Utilizzando le leggi fisiche che descrivono il comportamento del fluido aria al variare della temperatura, conti alla mano, con una temperatura di -20°C la pressione interna dei pneumatici subisce un calo di circa il 20% rispetto al valore normalmente consigliato dal costruttore. Ecco perché in inverno è necessario controllare la pressione delle gomme più di frequente di quanto non facciate in estate, specie se vi spostate oltre 2000m. Tra l’altro pneumatici non adeguatamente  pressurizzate, fanno perdere facilmente i controllo della vettura.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

4 MAR
L'alta pressione proteggerà il Nord Italia mentre lascerà il resto del Paese esposto agli effetti di una circolazione depressionaria
4 MAR
Grandi nevicate non meno note colpirono la nostra regione alle porte della primavera. Una di queste va ricordata nel periodo dal'1 al 4 marzo 2011
3 MAR
Dopo una fase di alta pressione, riecco la pioggia.
3 MAR
Dopo una lunga fase di tempo stabile e asciutto e atteso l'arrivo di una perturbazione che porterà maltempo su molte regioni
3 MAR
Nuovi dati mostrano, su scala planetaria, un innalzamento del livello dei mari pari a quello descritto dagli scenari peggiori
2 MAR
Evacuazioni da parte delle autorità locali
1 MAR
Vapore acqueo, ossigeno e quindi la vita, impossibili senza l'aiuto dei vulcani
27 FEB
Recenti ricerche confermano che il cambiamento climatico potrebbe avere un notevole impatto negativo sui raccolti del futuro