In pubblicazione il 10 GEN 2019

La folla tiene lontana l’influenza

Ma come! Non era il contrario?


Fonte Immagine: pinterest.com

 

Questo  è il periodo nel quale di solito l’’influenza , dopo aver attraversato uno o più continenti arriva anche in Italia. Notoriamente  contro il virus influenzale oggi ancora non disponiamo di un’arma efficace però possiamo attivar tutte quelle precauzioni che possono in qualche modo ridurre la probabilità di ammalarsi. 

Anche se può sembrare strano sembra ormai appurato che uno degli antidoti più efficaci contro in contagio da influenza sia quello di frequentare molte persone, ovviamente non in questo periodo di facile contagio, ma nella precedente stagione autunnale. 

Insomma sembra che chi ha quotidianamente a che fare con molti amici e animali si ammali più raramente di coloro che invece hanno una vita sociale  poco attiva.


 Il motivo? Ebbene sembra che essere circondato da una folli di amici o famigliari contribuisce a mantenere il buon umore, a ridurre lo stress, tenendo in tal modo bassi i livelli di ormoni come cortisolo, epinefrina, norepinefrina,  sostanze tutte che hanno il potere, se prodotte in eccesso, di abbassare le nostre difese immunitarie, aumentando la probabilità che il virus dell’influenza possa penetrare nel nostro organismo. 

Addirittura sembra che color che sono sottoposti a forti stress o a depressione, guarisca più lentamente e accusi più intensi sintomi, nel caso in cui venga colpito dall’influenza e tutto ciò perché nei soggetti stressati e o depressi si verifica una diminuzione dell’immunoglobulina A, un agente del sistema immunitario incaricato di difenderci dalle infezioni alle vie respiratorie.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci
Tags: 

ULTIMI ARTICOLI

22 MAG
Insiste un po' di instabilità che nelle prossime ore favorirà ancora la formazione di improvvisi temporali in alcune zone d'Italia
21 MAG
Timida comparsa dell’anticiclone Nord africano al Nord
La fascia nuvolosa prossima all'equatore geografico evidenzia la posizione attuale dell'equatore virtuale
20 MAG
La causa nella anomala posizione dell’Anticiclone Nord africano 
23 MAG
Ancora molti temporali, anche di forte intensità
22 MAG
Sisma avvertito tra piacentino e parmense
22 MAG
Imponente frana a causa delle continue precipitazioni