In pubblicazione il 12 APR 2021

La neve in musica

Spesso i musicisti hanno preso ispirazione dai fenomeni atmosferici e non fa eccezione la neve, cui sono dedicati numerosi celebri brani musicali


Fonte Immagine: Pixabay modificata

Tra i primi compositori musicali a ispirarsi agli eventi atmosferici, o quanto tra i più celebri della storia, c’è senz’altro Vivaldi, le cui “Quattro Stagioni” fanno parte del patrimonio artistico-culturale dell’Umanità, ma dopo di lui sono stati tanti altri gli artisti che hanno messo in musica nuvole, vento pioggia e persino… la neve! Per i nostalgici degli anni ’60, ad esempio, non si può non citare “A Hazy Shade of Winter”, di Simon & Garfunkel: la neve fa capolino in una canzone in cui, in realtà, l’inverno appare come una metafora della gioventù perduta. 


Meno malinconica e sicuramente più scatenata è “Snowballed” degli AC/DC, dove i fiocchi non sono quelli gentili e delicati che cadono dal cielo, ma quelli più aggressivi raccolti nelle palle di neve! Billy Holiday, nella sua “I’ve Got My Love to Keep Me Warm”, in realtà cover di una canzone scritta nel 1937 da Ray Noble, ci suggerisce invece la ricetta perfetta per resistere tra le quattro mura domestiche quando fuori imperversa la bufera di neve: una zuppa calda e saporita, un bicchiere d’alcool per scaldarsi, un buon libro e, chiaramente, una piacevole compagnia.


Una visione poetica e delicata della neve la canta invece Enya, nella sua “Amid the Falling Snow”: i fiocchi che scendono dal cielo, nella melodia dell’artista, diventano “un milione di piume che cadono, un milione di stelle che toccano il suolo”. I Cult, nella loro “Rider in the Snow”, cantano invece la neve calpestata da un cavaliere e sferzata dal vento. E la neve può diventare anche una saggia insegnate: nella sua “Come Neve”, Giorgia canta infatti “neve, insegnami tu come cadere, nelle notti che bruciano”. E c’è pure chi ci ricorda che si può anche ballare nella neve: lo fa Arisa, che in “Mi sento bene”, canta “se faccio quello che mi va mi sento bene, balliamo un tango sotto la neve”. 

Ma la neve, o più in generale i rigori dell’inverno, possono anche essere l’occasione per sfogare la propria voglia di evasione, come ci ricorda la canzone “California Dreamin”, dei Mamas and The Papas: la neve e il gelo in questo caso rappresentano lo spunto  per domandarsi perché vivere in un luogo (nel caso specifico New York) così pericoloso e caratterizzato da inverni tanto gelidi e nevosi quando la California regala condizioni decisamente più accoglienti e piacevoli, anche durante la stagione invernale.

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

9 MAG
I modelli continuano a confermare l'importante fase instabile da stasera...a tempo indeterminato!
8 MAG
Non si intravede alcun tipo di stabilità, ma anzi il maltempo ci interesserà a lungo!
7 MAG
Sesto anno consecutivo con questa previsione pre-estiva, mai poi avveratasi
7 MAG
Il clima del recente passato ancora la migliore previsione per il clima del futuro prossimo
3 MAG
Colpa di un calo del vento solare. Ma chi sono costoro? E perché sono un minaccia per la vita
29 APR
Ecco alcune storiche stravaganze...
29 APR
Come previsto le temperature sono salite fino a far registrare valori di diversi gradi oltre la norma